Once upon a time…

baby fashion

Once upon a time…

Oggi in versione mamma-sentimentalona: ecco la lettera scritta per Bombetti (figlio n.1) per il suo primo compleanno; 

09/07/2012
Piccolo Bombetti di mamma e papà,
hai un anno oggi e sei già un ometto con un bel caratterino;
Noi che siamo ormai degli adulti (più o meno) vogliamo darti qualche piccolo “suggerimento” per la tua vita:
Sii sempre il Bombetti dolce e simpatico che sei adesso, ascolta i consigli di chi ti ama ma poi segui il tuo istinto ovunque ti porti, leggi, informati, guarda il mondo con curiosità, esci presto da casa (se decidi di andar via da noi non sentirti mai in colpa per questo, anzi!), parti, viaggia in lungo e largo ma ogni tanto fermati a riflettere, prepara valigie su valigie (questo è l’augurio migliore che la mamma possa darti!), non costringerti ad amare ciò che fai ma fai e decidi di fare solo ciò che ami, non pensare mai che i tuoi desideri siano irrealizzabili (se vuoi diventare una rock star lo diventerai sicuramente!), rispetta gli altri ed il mondo che ti circonda ma ricordati sempre di farti valere, l’opinione degli altri è importante ma la tua lo è di più, giudicati sempre con un pò di severità, se vuoi stravolgere o cambiare radicalmente la tua vita fallo senza temere di essere giudicato o di essere criticato e non sentirti in colpa per questo, mantieni le promesse e gli impegni presi, ricorda che la strada più battuta non è sempre per forza la migliore ma questo non significa che bisogna essere alternativi a tutti i costi; ridi sempre, scherza e prenditi in giro, sii educato con tutti, mai arrogante e supponente;
Ricordati che casa tua non è Arese, Milano, l’Italia ma è dove tu e solo tu ti sentirai a casa;
Quando vorrai tornare noi saremo sempre pronti ad accoglierti (non ad Arese, Milano, Italia ma ovunque saremo in giro per il mondo, si spera!). Il nostro lavoro è di fare in modo che tu possa presto spiccare il volo senza timori ed insicurezze e che un giorno tu possa pensare di essere davvero felice.
Con amore
mamma e papà


(E adesso per il 1°compleanno del figlio n.2 che m’invento?)
Il mio regno (una borsa) per una amatriciana

baby fashion

Il mio regno (una borsa) per una amatriciana

Confesso di avere serie difficoltà nell’elaborare i menu settimanali per Bombetti: il sabato mattina prima che marito vada a fare la spesa mi siedo super gasata davanti a “il Cucchiaino d’argento 100 pappe e piattini golosi”, “Il Cucchiaino d’argento, bambini a tavola in 1/2 ora”, “Bolli bolli pentolino”, “Ducasse bebè” e “Più di 200 baby pappe” e inizio con una foga estrema a mettere post-it su piatti pieni di verdure chefannobenissimo il tutto condito dalla solita lectio magistralis a marito (che intanto compila la lista della spesa basic-maschile scrivendo insalata iceberg, latte, pomodori, mozzarella, uova, pancetta affumicata, biscotti, cereali, passata di pomodoro, pecorino e sognando già di mangiare la tripletta pasta alla amatriciana, cacio e pepe e carbonara) Indovina quaaaanti antiossidanti ha il cavolo nero? Sai che hanno recentemente modificato la piramide alimentare? Dobbiamo mangiare SOLO pasta integrale quella bianca fa malissimo!!! E comunque il tofu contiene più proteine della carne! Ho deciso: divento vegetariana pescetariana! Qui di seguito la sua reazione:

Comunque il risultato di tutte queste seghe mentali tutti questi approfondimenti è che i poveri Bombetti e Trombetti mangiano pasta al farro, pasta al kamut, pasta di mais con sommo gaudio delle nonne che condividono con me questo estremismo alimentare fomentate dai servizi INTERESSSANTISSIMI di UnoMattina, Tg2 salute e Occhio alla spesa (a noi piacciono le fonti autorevoli).
Ieri sera ho preparato una ricetta tratta da “Il Cucchiaino d’argento 100 pappe e piattini golosi”: una pasta con pesto di spinacino e zucchine (ho frullato spinacino fresco, una zucchina cruda, sale e olio, la ricetta originale prevedeva anche i pinoli ma non li ho messi perchè, forse, allergizzanti per il figlio n.2)
Al rientro a casa del marito ho esclamato tutta fiera: “Assaggia questa pasta, è buonissima!!è un pesto alternativo!e poi fanno il pieno di verdure!” e Lui: “Sembra di mangiare un’insalata”
 (io le critiche le accetto benissimo)
 
A causa della débacle culinaria ho provato una irrefrenabile voglia di autocommiserarmi guardando in streaming (cheètantodimoda) le sfilate della Milano Fashion Week (io che alle ore 18:00 ero già in pigiama, si ma con bicchiere da cocktail stampati sui pantaloni eh?). E lì la folgorazione:
Caro tortellino maritino mio, UNA AMATRICIANA A SETTIMANA IN CAMBIO DI QUESTA BORSA!
Con amore,
Tua pescetariana

Noi una famiglia nazional-popolare

baby fashion

Noi una famiglia nazional-popolare

Noi siamo una famiglia che la televisione cipiaceassaje e la stagione televisiva ci sta regalando grosse soddisfazioni, nell’ordine: Squadra Antimafia, X Factor, Una grande famiglia, Masterchef, The Apprentice, Cucine da Incubo, Un boss in incognito (lacrime di marito assicurate ogni lunedi’ sera); siamo in fibrillazione per l’imminente inizio di Junior Masterchef, Un medico in famiglia milionesima serie e GF14(?) e giustamente fieri di aver seguito dalla prima all’ultima puntata di Tamarreide e Brat Camp.
Peccato non essere stati insieme ai tempi de “La pupa e il secchione”, lì si che avremmo fatto faville!
Nel mio personalissimo palmares posso infine annoverare “Vero Amore”, roba da veri professionisti mica pizza&fichi.

Non mi stupisco, quindi, se Bombetti mentre sta seduto sul water mi chiede di portare in bagno la tv e se uno dei suoi sketch preferiti è l’imitazione di Chef Canavacciuolo: “mammaa, piatti sempliSSSciiii, pochi ingredienti ma buuuoni!! #tuttosuopadre
Inizierò a preoccuparmi quando mi dirà: “mamma sei fuori!” ma per adesso STOSERENA (che va tanto di moda questaparolaqua).

Ieri sera, mentre armeggiavo con figlio n. 2 per farlo dormire, marito mi guarda con gli occhi del terrore (e dell’ansia da ritardo perchè su rai1 NON [no??] metti in pausa) dicendomi: “ma stasera inizia SanRemoooo!!!VeLOcEEE!” 
A seguire panico&paura:
– Bombetti si fa addormentare sul divano che mica possiamo andare in cameretta con lui a raccontare le favole, ci si perde minuti cruciali.
– Gli si dice (sempre al suddetto Bombetti) che stasera Peppa Pig è andata a letto prima e quindi bisogna guardare questo programma qui (bellissimo tra l’altro) con mamma&papà.
– Marito va in paranoia totale perchè su Sky Cinema Oscar danno Titanic e quindi inizia uno zapping estremo e violento perchè quantomeno 1) la scena di sesso sulla carrozza tra Jake e Rose e 2) l’impatto contro l’iceberg non si possono proprio perdere (tanto al momento dello scontro sta cantando Antonella Ruggiero).
– Mamma inizia a twittare con foga a tema #SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo partorendo alcuni tra i più bei cinguettii degli ultimi 150 anni (liberamente ispirata eh?):

1. Letizia Casta vestita come la regina Elisabetta in una puntata di Peppa Pig #SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo (6 retweet!)
2. Valeria Marini esci dal corpo della Casta subito!!!#SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo (2 retweet!)
3. La farfallina di Belen a confronto era filosofia teoretica #SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo (1 retweet!PECCATO!)
4. La Ruggiero l’hanno truccata con very bella Make Up di Giochi Preziosi #SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo (solo 2 stelline, a me faceva ridere un sacco!)
5. Vabbè parliamo di cose serie: quando arriva Valerio Scanu? #SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo (4 retweet)
6. E poi ci chiediamo perchè gli alieni non vogliono avere a che fare con noi #SanRemo2014 #mammeasanremo e #staisanremo (3 retweet)


Il tutto condito da grattate alla testa furiose da parte della sottoscritta perchè all’asilo c’è stato un caso di pidocchi e anche se Bombetti non li ha (ancora) presi, io mi suggestiono facile.





Un weekend di ordinaria follia

baby fashion

Un weekend di ordinaria follia

 

Venerdì sera, mentre mio marito guardava in tv la partita del Milan (un San Valentino da manuale), ho visto su twitter la foto postata da Claudia Galanti in abito Yves de Saint Laurent pronta per la cena lovelovelove con il suo amato miliardario:
Che dire?Io e Cla in fondo condividiamo tanto (le cose che abbiamo in comune sono 4850…o giù di lì): entrambe abbiamo fatto la folle scelta di avere due bimbi in 2 anni; lei, poveraccia, aspetta pure il terzo (IO NO). Entrambe donne-lavoratrici, entrambe donne del sud, entrambe castane…i nostri nomi contengono ben due lettere uguali O-L-G-A  C-LA-U-D-I-A…ah!entrambe con un marito con la barba! E anche lei affronta ogni giorno l’increscioso problema del (famigerato) “passeggino doppio”, vedere per credere:
 

Quanta fatica, che pesantezza (i muscoli tesi delle braccia tradiscono evidentemente lo sforzo); noi mamme passeggino-doppio munite (peggio di noi solo quelle con le carrozzine gemellari…il tri-gemellare non riesco proprio a concepirlo) ci vogliamo tutte un pò bene perchè leggiamo negli occhi delle altre la stessa botta di sfiga gioia che solo due teneri frugoletti in età moolto pre-scolare sanno donarti (oltre all’impossibilità di comprare il pane o prendere un caffè perchè le porte dei negozi sono troppo strette per il mostro-passeggino). Io una volta ho supplicato il barista di portarmi fuori il caffè e pure un gelato per Bombetti (figlio n.1).
E del resto pure Claudia è uscita da casa in tutta fretta con il fantasmino e la scarpa da ginnastica (abbinata alla canotta) e si è trovata a dover gestire il classico litigio tra pargoli: “lasciaaa stare il giochino di tua sorella, lei è piccolaaaaa”!
Comunque anch’io (di rosso pigiama di pile vestita) ho ricevuto uno splendido dono da mio marito, queste:
 
elette dopo appena un giorno come le ciabatte più scomode del millennio e già confinate in un angolo della casa, il “dimenticatoio”.  
 
Per distrarmi e non pensare a quanto amore (e profonda conoscenza dei gusti della propria moglie) si nasconda dietro ad un regalo così ho deciso di stafogarmi di cibo ingurgitando tra sabato e domenica nell’ordine: un BIG TASTY menu (grande), un Mc Flurry al bacio perugina (figlio n. 1 ha mangiato patatine fritte come se non ci fosse un domani mentre figlio n. 2 ciucciava l’unica cosa alla sua portata: il laccio del passeggino), un filetto di maiale in crosta di pistacchi, carciofi alla romana, tortino con cuore fondente al cioccolato, risotto alla milanese, gelato alla crema con panna montata. Il tutto condito da un colpo al cuore al ristorante per aver visto arrivare la fidanzata di un nostro amico con la Falabella nera che vorreimanonposso da quasi 2 anni (alla vista della quale ho minacciato Mr. Marito di farlo dormire sul divano per le notti a venire, così solo per gusto di incazzarmi).
 
Ieri pomeriggio, quasi fine del weekend fi-na-l-men-te!, ho partecipato ad un corso di creazione di macaron dolci e salati (grazie alla scuola di cucina Cavoli a Merenda). 
A casa dovrei riuscire a replicarli così:
 
 
 
 
 
 
 
 
Che dite?Chiedo aiuto alla mia amica Claudia?