baby fashion lifestyle

Sogna di essere chi vuoi con Imaginarium

I giochi Imaginarium sono legati ai nostri ricordi più belli. Per il primo compleanno di Niccolò (sembra davvero passata una vita intera) io e Marito abbiamo scelto per lui il parcheggio Beep Beep, per i 2 anni di Edoardo la cucina portatile che dopo tanto tempo rimane ancora uno dei suoi giocattoli preferiti.

66788_3

Sapete quanto sia importante per me scegliere giochi educativi e che non siano necessariamente da maschio o da femmina. Trovare giocattoli che non indirizzino i bambini lungo una traiettoria scelta da altri è un compito molto arduo, ve lo assicuro.

Imaginarium è uno di quei marchi che rispetta l’individualità di ogni bimbo in quanto tale e non in quanto appartenente ad un genere. Che sviluppa la creatività e l’immaginazione, che normalizza le differenze (la bambola sulla sedia a rotelle ne è un esempio), che aiuta i più piccoli a rompere gli schemi.

“Sogna di essere chi vuoi”, questa la filosofia di Imaginarium.

E così, ecco cosa porterà Babbo Natale ai miei bambini (i giochi sono già impacchettati e ben nascosti, l’unica che ha potuto goderne in anteprima è Bianca Zoe che per quest’anno non aspetta Babbo Natale. Babbo chi?).

Per Bianca Zoe un giochino semplice ma “musicale” che stimoli la sua curiosità e la sua voglia di gattonare. Per i bambini così piccoli non amo particolarmente giochi pieni di luci e suoni, a Bianca Zoe basta davvero poco, anche una piccola carta si trasforma in un gioco bellissimo. Il bastone della pioggia è magico e poetico e lei lo insegue gattonando e imparando il principio azione-reazione.

imsaginarium Imaginarium Imaginarium

Per Niccolò e Edoardo la parola d’ordine è condivisione. I regali sono scelti ed indirizzati ad entrambi in modo che imparino a giocare insieme (non è sempre facile, anzi non lo è per nulla, prevedo grandi litigi!).

Un gioco per metabolizzare l’arrivo della sorellina e imitare mamma e papà: il passeggino con il bambolotto, loro amano spingere il passeggino di Bianca Zoe e questo regalo li renderà senza dubbio felici. Qualche giorno fa ho sbirciato Edo in classe alla scuola materna e l’ho visto giocare nell’angolo emulazione (in cui ci sono cucina, bambole, ferro da stiro, stendino etc.) con una sua amichetta: accudivano insieme una bambola piazzandola poi sul passeggino e facendo la spesa insieme!

passeggino-leggero-pieghevole-color-rosa_87988_800

Il flipper lo abbiamo scoperto questa estate in vacanza, Marito si vanta di essere un vero campione; Imaginarium propone un flipper elettronico da tavolo con segnapunti automatico, per bambini a partire dai 3 anni.

46658_3

Un gioco a tema musicale non può mai mancare, dopo la chitarra e lo xilofono (per la batteria aspettiamo di avere più spazio a disposizione) ecco il microfono senza fili con suoni e luci rigorosamente fucsia per la felicità di Edoardo. Io non vedo l’ora di immedesimarmi in uno dei giudici di X Factor (preferibilmente Manuel Agnelli) per giudicare le performance canore di bambini e papà.

microfono-inalambrico-rosa-con-suoni-e-luci_87415_3

Infine, un gioco di logica, un classico dei classici della nostra infanzia, il forza quattro in cui con le pedine, messe in fila, si compongono parole in inglese.

E voi cosa ne pensate delle scelte di Mamma-Babbo Natale firmate Imaginarium?

Fino al 20 dicembre sul sito internet del brand troverete oltre 185 prodotti scontati fino all’85%!

 

 

32 anni, vivo a Milano con tre bambini, un Marito ed un grande armadio. Alterno vestiti a libri, parole scritte a quelle parlate.

Lascia un commento