outfit

Io sto alle righe

Io sto alle righe come il piccolo labrador sta alla carta igienica con 3 strati di morbidezza.

Come la carta di credito sta a yoox.com

Come il sushi sta a Lotti “Tutti in campo con…”
(Se non conoscete Lotti siete pregati di andare a ripassare i basici della cultura mondiale anni 80′ e tornare qui quando saprete recitare a memoria i nomi dell’intera squadra di pallavolo di Mila e Shiro).

Come la bomboniera in ceramica traslucida (il portapillole o la ballerina per intenderci) sta ad un matrimonio del sud (non è discriminazione gente, é diretta conoscenza del mio luogo natìo).

Come il mascara sta alla bocca semi aperta (le donne applicano il mascara aprendo inconsciamente la bocca, tutti i dettagli nella prossima puntata di Superquark).

Come la mia anzianissima vicina di casa sta alla frase “Bella gioia com’è cresciuta (indicando il piccolo maschio di casa) fa caldo oggi nè?”

Come i discorsi cervellotici, le paturnie mentali e l’assoluta ed inspiegabile assenza di limoni adolescenziali stanno a Dawson di Dawson’s Creek.

Come le mie Mouse di Marc Jacobs stanno alla puzza di piedi, perché mi tocca essere sincera con voi, saranno pure delle ballerine stra-fighe ma inglobano il piede in una cappa maleodorante che non se ne esce più.

Io e le righe andiamo d’accordo come l’aglio e l’olio (ma io mi rifiuto di interpretare l’aglio).
Anche durante l’edizione 81 del Pitti Bimbo sono andata alla forsennata ricerca di righe. Ecco la mia selezione per voi:

ME
OLGA ZAPPALA'

 

TUTTI I MIEI ARTICOLI
ISCRIZIONE NEWSLETTER

I miei Tweets
I MIEI PINS

THE LITTLE EMPORIUM