Skip to content

Come vendere con successo da Baby Bazar

Qualche giorno fa vi ho raccontato della mia esperienza di vendita e di acquisto da Baby Bazar, l’innovativo negozio dell’usato per bambini presente con moltissimi punti vendita in tutta Italia.

Durante la mia visita in negozio (lo store Baby Bazar di Magenta) ho a lungo chiacchierato con la proprietaria che mi ha dato alcune utilissime dritte su come e cosa vendere e a condizioni più favorevoli. Devo ammettere di aver fatto molte domande soprattutto su come trattare i capi e/o gli oggetti prima di portarli in negozio.

Abbigliamento: ogni negozio segue naturalmente alcune “regole” circa le marche da accettare e rivendere in store che dipendono essenzialmente dal pubblico di riferimento. Lo store di Magenta ritira abbigliamento di brand medio-alti e non accetta vestiti delle grandi catene low cost. La titolare presta una cura quasi “maniacale” – in senso buono – all’esposizione dei capi (spesso per gradazioni di colore) e alla loro qualità. Sono molto richiesti e ricercati gli abiti da cerimonia o per occasioni speciali soprattutto perché, come spesso capita, si tratta di capi indossati una volta o poco più. Prima di portarli in negozio per la vendita vi consiglio di controllare ogni singolo pezzo con grande accuratezza, verificate che non ci siano scuciture, buchini, piccole macchie o aloni (cosa molto frequente quando si tratta di abiti per bambini), cerniere rotte o bottoni mancanti.  Lavate e stirate i vestiti da vendere affinché si possano presentare al meglio e in ottimo stato. In linea di massima il prezzo di vendita è pari al 50% del valore commerciale del prodotto ma questo valore potrebbe aumentare a fronte di un capo “quasi” nuovo.  Le addette del negozio hanno ormai un occhio particolarmente allenato, è stato a tratti divertente vedere la velocità con cui riescono ad attribuire un prezzo ad ogni diverso capo (l’esposizione per chi vende è gratuita e il prezzo sarà diviso a metà tra venditore e store Baby Bazar). Un valore che non è affatto arbitrario ma quello più equo ai fini di una vendita veloce, obiettivo comune condiviso da Baby Bazar e dal cliente-venditore. Tra i capi più venduti le felpe con cappuccio e cerniera, le polo delle firme più famose, i costumi, i vestiti da Carnevale, giacche a vento e piumini light. A proposito: consegnate i capi in negozio seguendo la normale stagionalità, in questo periodo Baby Bazar procede al ritiro delle collezioni primavera-estate, dei giochi da spiaggia o da giardino o ancora delle biciclette – iscrivendovi alla newsletter avrete modo di ricevere aggiornamenti circa i periodi e le tipologie di ritiro.  Negli ultimi giorni molti degli store stanno cercando tutto l’occorrente per il back to school e in particolare:

  • Zaini, trolley, cartelle
  • Astucci
  • Materiale di cartoleria (solo se nuovo)
  • Cartelline in plastica per disegni
  • Grembiuli
  • Set asilo (porta bavaglia, borsina ecc.)

Se siete alla ricerca di un capo in particolare segnalatelo alle commesse, il ricambio e l’assortimento è praticamente giornaliero. In alternativa potrete attivare il servizio alert online iscrivendovi al sito Baby Bazar (nell’area My Baby Bazar). State, ad esempio, cercando, una marca di scarpe o un particolare tipo di passeggino? Inserite il nome nella sezione alert e riceverete una mail quando quel preciso prodotto sarà disponibile. Tutti i prodotti in vendita negli store (non solo quello di Magenta ma in tutti i punti vendita) vengono fotografati e venduti anche online (per chi porta i capi in vendita basterà attivare l’apposito servizio al simbolico costo di 2 euro annui). Le ragazze in store mi hanno raccontato che ci sono clienti affezionatissime che, ad ogni cambio di stagione, fanno dei mega ordini di abiti e accessori online fidandosi ad occhi chiusi della qualità dei capi che arriveranno a casa loro.

Baby Bazar

Scarpe: anche le calzature dovranno presentarsi in ottimo stato senza macchie, graffi, o deformazioni dovute all’eccessivo utilizzo. Cercate, per quanto possibile, di pulire non solo l’interno e l’esterno (con uno spazzolino o una gomma apposita) ma anche la suola: basterà un panno umido con sapone di Marsiglia o un po’ di aceto bianco. Attenzione al lavaggio in lavatrice delle sneakers, potrebbero perdere la loro forma originaria a causa dell’umidità e non essere più adatte alla vendita.

Baby Bazar Baby Bazar

Attrezzature: come pulire passeggini, carrozzine, box, culle e ovetti? Per questo tipo di prodotti di seconda mano la soglia di tolleranza è un po’ più alta; questo non significa che saranno accettati in vendita prodotti in cattivo stato ma che, in alcuni casi, qualche graffio (ad es. sulle ruote o maniglioni del passeggino) sarà considerato normale. La maggior parte delle carrozzine oggi in commercio è fatta da parti sfoderabili e lavabili in lavatrice a 30 gradi con detersivo delicato. È possibile anche lavare a mano il passeggino o il seggiolone con un panno imbevuto di acqua e candeggina profumata o disinfettante; ricordatevi di lasciare a lungo il passeggino all’aperto, in modo da eliminare ogni odore, e soprattutto per asciugarlo con cura per evitare la formazione di zone d’umido.  Se ci sono macchie di unto o di rigurgiti vi consiglio di usare il bicarbonato o l’aceto bianco: lasciateli agire e poi risciacquate. Stesso procedimento per le zone in plastica o metallo per le ruote del passeggino che possono essere staccate e lavate separatamente ormai in quasi tutti i modelli. Attenzione agli interstizi e alle piccole fessure, avete mai pulito a fondo un passeggino o un seggiolone dopo la merenda di vostro figlio? Eliminate ogni residuo di cibo, sabbia o polvere con l’aiuto di un’aspirapolvere, immaginate sempre il livello di pulizia che pretendereste voi per acquistare un prodotto usato e… applicatelo! Mi piace pensare che vendere o comprare da Baby Bazar rappresenti anche una scelta etica con tutte le considerazioni in termini di responsabilità e rispetto per gli altri che ne conseguono.

Baby Bazar Baby Bazar

Vi ricordo che trascorsi i primi 60 giorni l’articolo in vendita va in saldo con uno sconto fino al 50%: unica eccezione l’abbigliamento che non va in sconto e dopo 60 giorni viene devoluto in beneficenza ad Onlus ed associazioni selezionate. I rimborsi vengono eseguiti in contanti, dopo 15 giorni dalla vendita, passando in store.

Se volete saperne di più vi consiglio di visitare il sito ufficiale Baby Bazar e vi lascio anche il link ai miei post relativi alle esperienze di vendita e di acquisto:

Una shopaholic da Baby Bazar

Baby Bazar: com’è andata?

Baby Bazar: vi racconto il post vendita

Baby Bazar: sono tornata con un nuovo carico di vestitini da vendere

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.