Skip to content

Un weekend di ordinaria follia

 

Venerdì sera, mentre mio marito guardava in tv la partita del Milan (un San Valentino da manuale), ho visto su twitter la foto postata da Claudia Galanti in abito Yves de Saint Laurent pronta per la cena lovelovelove con il suo amato miliardario:
Che dire?Io e Cla in fondo condividiamo tanto (le cose che abbiamo in comune sono 4850…o giù di lì): entrambe abbiamo fatto la folle scelta di avere due bimbi in 2 anni; lei, poveraccia, aspetta pure il terzo (IO NO). Entrambe donne-lavoratrici, entrambe donne del sud, entrambe castane…i nostri nomi contengono ben due lettere uguali O-L-G-A  C-LA-U-D-I-A…ah!entrambe con un marito con la barba! E anche lei affronta ogni giorno l’increscioso problema del (famigerato) “passeggino doppio”, vedere per credere:
 

Quanta fatica, che pesantezza (i muscoli tesi delle braccia tradiscono evidentemente lo sforzo); noi mamme passeggino-doppio munite (peggio di noi solo quelle con le carrozzine gemellari…il tri-gemellare non riesco proprio a concepirlo) ci vogliamo tutte un pò bene perchè leggiamo negli occhi delle altre la stessa botta di sfiga gioia che solo due teneri frugoletti in età moolto pre-scolare sanno donarti (oltre all’impossibilità di comprare il pane o prendere un caffè perchè le porte dei negozi sono troppo strette per il mostro-passeggino). Io una volta ho supplicato il barista di portarmi fuori il caffè e pure un gelato per Bombetti (figlio n.1).
E del resto pure Claudia è uscita da casa in tutta fretta con il fantasmino e la scarpa da ginnastica (abbinata alla canotta) e si è trovata a dover gestire il classico litigio tra pargoli: “lasciaaa stare il giochino di tua sorella, lei è piccolaaaaa”!
Comunque anch’io (di rosso pigiama di pile vestita) ho ricevuto uno splendido dono da mio marito, queste:
 
elette dopo appena un giorno come le ciabatte più scomode del millennio e già confinate in un angolo della casa, il “dimenticatoio”.  
 
Per distrarmi e non pensare a quanto amore (e profonda conoscenza dei gusti della propria moglie) si nasconda dietro ad un regalo così ho deciso di stafogarmi di cibo ingurgitando tra sabato e domenica nell’ordine: un BIG TASTY menu (grande), un Mc Flurry al bacio perugina (figlio n. 1 ha mangiato patatine fritte come se non ci fosse un domani mentre figlio n. 2 ciucciava l’unica cosa alla sua portata: il laccio del passeggino), un filetto di maiale in crosta di pistacchi, carciofi alla romana, tortino con cuore fondente al cioccolato, risotto alla milanese, gelato alla crema con panna montata. Il tutto condito da un colpo al cuore al ristorante per aver visto arrivare la fidanzata di un nostro amico con la Falabella nera che vorreimanonposso da quasi 2 anni (alla vista della quale ho minacciato Mr. Marito di farlo dormire sul divano per le notti a venire, così solo per gusto di incazzarmi).
 
Ieri pomeriggio, quasi fine del weekend fi-na-l-men-te!, ho partecipato ad un corso di creazione di macaron dolci e salati (grazie alla scuola di cucina Cavoli a Merenda). 
A casa dovrei riuscire a replicarli così:
 
 
 
 
 
 
 
 
Che dite?Chiedo aiuto alla mia amica Claudia?
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.