Skip to content

Il laboratorio al nido e le mono-mamme

E anche quest’anno abbiamo archiviato il laboratorio dell’asilo nido per la preparazione del regalino natalizio che Babbo Natale porterà ai piccoli a scuola.

La scelta è ricaduta su un libretto fatto dai genitori con una favola da loro inventata. E che ci vuole?Noi lo avevamo già realizzato per Bombetti, basta cambiare il nome in Trombetti ed il gioco è fatto!La storia si ripete, all’epoca ero incinta di Edo, adesso sono incinta di fratella, la domanda è: si organizzano troppi laboratori o sono io ad essere troppo incinta?

E così, tra una curva glicemica al sapore di arancia (che poi questo beverone non è affatto male) e un nuovo virus intestinale per Edo, abbiamo creato un tenero libro per un futuro fratello maggiore. Abbiamo particolarmente insistito su quanto sia fico avere fratelli e sorelle, “avere un fratello è davvero speciale ed averne due sarà fenomenale!”, una rima da paura. Sono certa che Edo ci manderà a quel paese alla prima lettura.

Laboratorio

Io e Marito siamo stati comunque i più rapidi: ottimizzazione è la parola d’ordine di bis quasi tris genitori. E mentre lui mi sussurrava “Veloceee che stasera ci sono gli inediti di X Factor!” io ammiravo le mamme di figli unici con attrezzatura degna di Picasso (noi abbiamo chiesto in prestito quasi tutto), favola preparata giorni prima e già scritta al computer, un malloppo di foto del bambino che manco Newton.

Le mono-mamme (nella nostra scuola tendenzialmente over 35) mi fanno molta tenerezza. Narrano gesta epiche dei figli con una foga che nemmeno il vecchio Laerte credo abbia avuto nei confronti di quel menagramo di Ulisse. “Mio figlio quando vede una macchina dice brum brum!”. Ah. Interessante. “Ecco guarda, qui siamo al mare, qui in montagna, qui al lago, qui in collina”. E noi qui siamo sulla Luna. “Oggi F. ha fatto una bella cacca. Per quanto mi riguarda Niccolò ha fatto delle belle cacche, Edoardo delle cacche puzzosissime, fratella probabilmente sarà cambiata dalla vicina di casa. Ahhh le mono-mamme, quanta attenzione, quanta cura per i più piccoli particolari!

Ma del resto chi sono io per giudicare una mono-mamma?Io che da mono/neo-mamma mi convinsi, ad un certo punto, che il fatto che Niccolò dormisse tutta la notte già a tre mesi non fosse culo fortuna ma sintomo di un problema di alimentazione.

Ecco – rivolta a Marito e piagnucolante – dorme così tanto perché il mio latte non lo sazia abbastanza, si rifugia nel sonno per non pensare alla fame!”

Si rifugia nel sonno è diventato un tormentone ma a mia discolpa posso dire di averlo letto sull’internét (da pronunciare con accento sulla seconda e come solo i veri anziani sanno fare).

Ed, infine, a proposito di categorie genitoriali ci sono loro, quei genitori che non riescono ad imparare nulla dai propri errori, quelli che prenotano una fuga romantica di 36 ore prima dell’arrivo dell’ennesimo figlio e poi scoprono che nelle medesime ore si svolgerà la festa natalizia della scuola materna del figlio maggiore. Quella per la quale la genitrice dovrà preparare 72 torte. Illusi ed impuniti. Ben vi sta.

 

2 comments on “Il laboratorio al nido e le mono-mamme”

  1. Ohhhh! Io sono mono-mamma!!! Attenta a come parli! 😛 la verità è che io ne farei un secondo anche per staccare un po’ le attenzioni dal primo…prima che diventi un megalomane che desidera sempre stare al centro dell’attenzione, tra l’altro pieno di ossessioni perché genitori e nonni tengono gli occhi puntati sempre su di lui! 😛 pensa che ne ho parlato proprio pochi giorni fa del fatto che al momento penso ad un secondo figlio come un’ipotesi remota…lo vorrei perché da figlia unica ho avuto problemi, in un certo senso…ma vedremo! Il tuo esempio mi incoraggia comunque :))) e stimo tanto chi ce la fa, al momento sono combattuta. Forse no. Dovrei pensarci troppo, forse sì, boh. L’importante è che Gió Sada vinca X-Factor (anche se dall’inedito mi aspettavo qualcosa di più)

  2. Hai ragione, io monogenitrice mi entusiasmo per gli particolari ma almeno, l’arte dell’ottimozzazione l’ho imparata da tempo!! bellissima idea, soprattutto per voi che potete riciclarla 😉 !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.