Skip to content

Insieme a Teatro: Pandizenzero

É ufficiale. La mamma ha problemi di parcheggio. Non lo trova mai. Soprattutto quando andiamo al Teatro insieme. Io, dice lei, le metto “ansia”. “mamma cosa significa ansia?”

“Significa agitazione”

Ecco io la faccio agitare. Le chiedo perché perché perchééééééé non parcheggiamo subito ma dopo un sacchissimo di tempo?

Sabato pomeriggio abbiamo visto lo spettacolo “Pandizenzero” Storie dolci di Natale (al Teatro Verdi) che poi è l’omino biscottino che mangiamo a Natale, quello un po’ marrone, a me piace quando è molto marrone.

Pandizenzero

Le due attrici facevano morir dal ridere, raccontavano storie di Natale, costruivano alberi ma senza puntale e mangiavano biscottini e cioccolatini. A me è piaciuta la storia di Zahi, un bambino che viene da lontano dove c’è il deserto e dove ci sono i soldati cattivi dei quali la mamma mi ha parlato. Lui vive in una tenda con il nonno, lontano dalla sua mamma e, per questo, ha chiesto a Babbo Natale una bicicletta rossa velocissimaaa per tornare a casa sua. Io spero tanto che Babbo Natale si ricordi della sua bici!

Ma sapete che l’omino pandizenzero potrebbe diventare anche un bambino?Forse la mia sorellina, in pancia, è grande come un biscotto!

Alla fine dello spettacolo le due ragazze ci hanno chiesto di dir loro eventuali regali dell’ultimo minuto da chiedere a Babbo Natale. E ci hanno anche consigliato di usare sempre…l’immaginazione!

Mamma Olga: “Amore vuoi chiedere ancora qualcosa a Babbo?”

Io: “No, mamma ne ho chiesti già 9, sono a posto così!”

Noi vi diamo appuntamento il 17 gennaio 2016 per un nuovo spettacolo “SeMino” al Teatro del Buratto al Pime,  l’ultimo per noi per quest’anno perché mamma dice che poi si ritirerà a vita privata, non mancate!

(Photo Credits Teatro del Buratto)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.