Skip to content

AstrOlga

Cara Samantha,

qui a casa nostra é appena terminata la doppia settimana di festeggiamenti del compleanno del 4enne. A me é sembrato di aver fatto un viaggio nello spazio andata e ritorno più ripetute soste pipì negli autogrill spaziali.
In fondo, il giorno dopo una festa nanesca é un po’ come tornare dalla missione spaziale: sei invecchiata di 10 anni almeno, hai la forza fisica di un pupazzo ventriloquo e devi riabituarti alla vita normale, quella senza compleanni.
Sammy, anche io dopo la festa necessito di un periodo di riabilitazione, sono pesante ed appesantita.
Non parliamo dei disturbi dell’umore, dopo ogni compleanno manifesto cattivo umore, irritabilità, e difficoltà nell’organizzare in modo lucido i miei pensieri. Ho gli incubi notturni: sogno il default dell’ultima ora dell’animatrice e di esser presa a torte in faccia da Marito.

L’indebolimento, poi, del sistema immunitario é una faccenda piuttosto seria. Almeno 10 invitati hanno manifestato disturbi alle vie respiratorie (ndr raffreddore), io non mi sento affatto bene. Ho Saturno contro, tu?

Ah, dimenticavo, hai avuto difficoltà di equilibrio?Io si, ma forse dipende dal birra bevuta al 546esimo pacchetto da aprire.

Samantha, una proposta: per i 5 anni di Bombetti, tu sarai l’ospite d’onore della festa, io scappo nello spazio. Abbiamo già preparato la colonna sonora:“Nettuno mi può giudicare nemmeno tu!”.

Tua AstrOlga

Per l’occasione mi sono procurata, in anticipo, delle scarpe sbrilluccicose Anniel; immagino che nello spazio lo shopping online sia un attimo complicato: Olga, mamma astronauta, citofonare navicella spaziale, se assenti, lasciar detto al vicino residente su Marte (e al postino non si può offrire nemmeno un bicchier d’acqua).

Anniel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.