Skip to content

Autunno, nuovi inizi e Sarabanda!

L’autunno è iniziato grazie al cielo. L’autunno è la mia stagione preferita perchè significa novità, inizi, pause e riflessioni ma anche voglia di fare. Autunno is the new january, lo pensiamo ormai tutti.

Amavo l’autunno già da bambina e lo adoro adesso che sono mamma per una serie di ragioni assolutamente non trascurabili.

Dai 18 ai 27 anni a settembre programmavo nuovi viaggi da fare entro l’anno, mangiavo dolci a volontà (beh quello tutto l’anno tutti gli anni), riempivo la mia libreria di nuovi titoli e il mio armadio di capi che avrei indossato al massimo fino a Natale. Credevo che tutto fosse possibile, soprattutto in autunno, brillavo della luce di chi ha dei progetti e delle mete e prova felicità e appagamento per il solo fatto di averli messi nero su bianco.

In fondo, anche se non ho più 18 anni da un pezzo e ho delle responsabilità di mamma e di moglie credo ancora che tutto sia possibile. Se non lo credessi davvero non potrei traghettare i miei figli verso il loro esaltante futuro: loro i comandanti che decideranno la rotta, io le braccia di chi rema e remerà senza mai fermarsi.

In autunno riaprono gli asili (il momento più esaltante per un genitore), ricominciano le attività pomeridiane e i bambini non mangiano più il gelato il che mi autorizza a cucinare muffin, torte, crostate con la scusa della lotta alle merendine confezionate (che pure rimangono le mie preferite). Piccolo particolare: i miei figli non mangiano dolci. Ad ottobre i parchetti diventano quasi del tutto impraticabili: se solo il meteo fosse più coerente (oggi mentre scrivo ci sono circa 20 gradi ma siamo pazzi?) potremmo archiviare fino a primavera lo sbattimento estremo di portare i bambini fuori, nel verde.

Del resto dai, il verde è del tutto sopravvalutato: non dona a nessuno nemmeno in fatto di abbigliamento, nemmeno ad Olivia Palermo, l’arancione, il rosso, il mattone, il marrone, il beige, questi si che sono colori!

Non sopporto svegliarmi presto al mattino e vedere il sole alto in cielo, la sveglia mattutina secondo me è caffè caldo e fuori buio misto a bagliori di inizio giornata. In autunno anche la natura si prepara all’inverno in senso metaforico e non: si raccolgono le forze e le idee, si fanno conserve, si rafforzano le difese immunitarie.

Tutte le mie tre gravidanze le ho vissute in autunno: pioggia, plaid, foglie che cadono, caldarroste, purè di zucca, tisana allo zenzero e piccoli piedini cicciosi da scaldare.

Ottobre è cambio degli armadi, quel particolare momento in cui Marito finge improvvisi impegni lavorativi e io metto a soqquadro la casa sbraitando qua e là con me stessa per gli acquisti inutili fatti negli ultimi anni. Quanto all’abbigliamento per Bombetti e Trombetti sono senza dubbio più organizzata e scelgo in base a praticità, qualità, comodità, versatilità e perchè no, estetica!Oggi vi presento i nostri outfit autunnali Sarabanda.

Cosa c’è di più elegante ma anche “libero” nel senso più reale del termine di un bel cardigan per i maschietti?Un capo che si può togliere-mettere-togliere-mettere con facilità, che si abbina a qualsiasi outfit, che non stringe e che lascia liberi i bambini di correre e giocare. Questi di Bombetti e Trombetti sono proprio morbidi e resistenti (anche ai lavaggi della sottoscritta) oltre che arricchiti da bordi in contrasto, tasche fantasia e toppe sui gomiti: noi li abbiamo abbinati con i jeans con dettaglio british (per Trombetti) e con dei pantaloni blu navy dalla vestibilità perfetta per Bombetti.

Quanto alla giacca, ne abbiamo scelta una uguale ma in diversi colori (da tramandare al terzo/terza perchè la durata è assicurata!); anche in questo caso la qualità Sarabanda è visibile a partire dai dettagli: l’interno in pile, le grandi tasche, il cappuccio amovibile e la leggerezza ma anche la garanzia di calore dell’interno in vera piuma.

Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda Sarabanda

Per saperne di più visitate il sito ufficiale o la pagina Facebook Sarabanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.