Skip to content

Baby monitor: quale modello scegliere?

Vedo sempre troppe mamme criticate o derise perché insicure e dubbiose nella gestione dei loro bambini, soprattutto appena nati. È come se ci fosse un unico e dominante modello di maternità fatto di solidità e risposte alle mille domande di ogni giorno, come se una mamma non possa mai essere debole. E invece no, credo che l’insicurezza faccia parte di noi e che ci aiuti a decidere e crescere come genitori.

Credo che una mamma debba fare ciò che ritenga più giusto per “risolvere” le incertezze e per rendersi più forte, magari utilizzando prodotti apparentemente semplici. Strumenti d’uso quotidiano per facilitare il nostro ruolo e gestire le emergenze all’ordine del giorno con un bebè. Un baby monitor che ci regali, grazie alla tecnologia, il dono dell’ubiquità che noi tutte vorremmo possedere.

Non nego di aver vissuto grandi insicurezze soprattutto durante la mia prima maternità., Ho faticato a lasciare Niccolò anche solo per un’uscita di un paio d’ore, usavo il baby monitor quando facevo la doccia o quando mi rilassavo in giardino mentre lui dormiva. O ancora quando Nic aveva il raffreddore o la tosse. Nonostante la casa piccola e gli spazi stretti sentivo il bisogno di avere tutto sotto controllo, di saperlo sempre al sicuro.

Come scegliere il baby monitor perfetto per noi e i nostri bebè?

Baby monitor audio o video, con sensori infrarossi che garantiscono la visuale notturna: la tecnologia si è evoluta dai tempi in cui esisteva il classico e semplice “interfono”. I monitor attualmente sul mercato hanno una portata maggiore, sfruttano migliori frequenze (totalmente innocue per i piccolini), assicurano la qualità dell’audio, privo di fruscii o rumori di sottofondo.

Prima di comprare un baby monitor leggete la recensione, immaginate i momenti nei quali potrete aver bisogno di allontanarvi dalla camera del vostro bambino, cercate di capire quali saranno le vostre esigenze e guardatevi dentro: come riuscirete ad affrontare i primi distacchi?

Se siete alla ricerca di prodotti di qualità per il controllo a distanza dei vostri piccolini vi consiglio Miniland, il brand spagnolo che offre prodotti per la prima infanzia innovativi e creativi e propone un’intera gamma di baby monitor, da quelli audio più semplici e intuitivi a quelli video più all’avanguardia.

Come orientarsi nella scelta del prodotto più adatto alle proprie esigenze?

Digitalk Premium è il baby monitor digitale audio che permette di ascoltare il bambino e parlare con lui per tranquillizzarlo con una portata fino a 300 metri: dotato di un display LCD controlla anche la temperatura e “coccola” il bimbo con luci e 5 dolci melodie. Perfetto per un uso domestico sia diurno che notturno e per esser messo in valigia durante le vacanze. Ideale per case piccole nelle quali il controllo tramite video non è strettamente necessario.

Baby Monitor

Per le mamme e i papà che desiderano invece vedere i piccolini a distanza, guardandoli per sentirli più vicini, è preferibile la soluzione “video”. Digimonitor 3,5’’ touch di Miniland è il baby monitor più completo e ad alte prestazioni con tecnologia touch screen che, grazie all’applicazione eMyBaby  permette di vedere il bebè attraverso computer, tablet o Smartphone da qualsiasi lungo in cui sia disponibile una connessione internet. È possibile connettere Digimonitor 3,5’’ touch fino a 4 diverse videocamere addizionali Digital Camera Touch per controllare tutti i locali della casa da uno stesso monitor. Per case grandi o per genitori che tra il primo e il secondo della loro meritata cena fuori (nel mio caso tra dolce n.1 e dolce n.2) non vogliono perdersi nemmeno un’espressione o una faccia divertente del loro bambino.

Baby monitor

Per scoprire l’intera gamma di baby monitor Miniland visitate il sito ufficiale del brand.

 

 

 

2 comments on “Baby monitor: quale modello scegliere?”

  1. Casa grande e primo figlio: se avessi avuto a suo tempo la possibilità di acquistare un oggetto simili, non me lo sarei fatta scappare! Grazie, lo consiglierò alle amiche

  2. Ma perchè non c’erano queste cose meravigliose quando mio figlio era piccolo??? Avrei vissuto davvero una vita diversa, accidenti! 🙂 Lo giro alle mie amiche che hanno bimbi piccoli adesso(più fortunate di me! :-P)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.