Skip to content

Bianca Zoe: ultimi aggiornamenti dal fronte pannolino

Qualche mese fa vi ho raccontato qui sul blog che, su indicazione (e con il supporto) della maestra del nido di Bianca Zoe, ho iniziato la pratica di abbandono del pannolino diurno. Devo dire che, come previsto dalle insegnanti, lei è stata particolarmente ricettiva e collaborativa: frequentare regolarmente il nido e vedere, imitandoli, i suoi amici più grandi usare il water l’ha aiutata a fare presto e bene. In questi mesi sono stati pochissimi gli incidenti di percorso e le pipì accidentalmente scappate a casa o a scuola con buona pace del nostro parquet nuovo di pacca.

Oggi, però, voglio raccontarvi il mio approccio a due questioni legate allo spannolinamento: il pannolino notturno e la “pratica cacca” sulla quale, oltretutto, mi è capitato di discutere con alcune lettrici che si trovano nella medesima situazione con i loro bimbi.

Bianca Zoe è sempre stata molto stitica nonostante mangi molta frutta e verdura. Da appena nata questa è stata una delle mie maggiori fonti di preoccupazione, la cacca arrivava molto raramente (anche una volta a settimana) e passavo intere giornate a stimolarla con un piccolo sondino. Con lo svezzamento e il passaggio alla dieta solida la situazione non è migliorata, il momento della cacca è sacro nel senso che lei deve isolarsi, piazzarsi dietro al divano, sorreggersi al bracciolo e non essere toccata o consolata da nessuno. La cacca è strettamente casalinga nel senso che la fa rigorosamente in casa in orario serale (non vi dico lo stress dell’assenza di cacca durante le vacanze – come non capirla oltretutto!). Quando ho raccontato al pediatra di aver tolto il pannolino lui mi ha letteralmente intimato di non costringerla a fare la cacca nel water ma di assecondare questa sua necessità di farla nel pannolino (“Signora, rischierebbe un vero e proprio blocco psicologico!”). Ed ecco che, ogni sera, dopo cena, si ripete la stessa scena. “Mamma ho il pannolino o le mutandine?” “Le mutandine!”, “AlloLa mi metti il pannolino che devo faLe la cacca?” Per assecondare la sua voglia di autonomia e il suo bisogno di essere piccola almeno per un po’ abbiamo iniziato ad usare i nuovi Pampers Baby Dry Mutandino e Pampers Progressi Mutandino, i pannolini mutandina di Pampers (dai 6 mesi in su) che garantiscono la massima qualità e assorbenza Pampers ma permettono un cambio facile e veloce (in genere, quando lei dice di dover fare la cacca, io mi scapicollo in bagno su per le scale, afferro il Mutandino e glielo metto scendendo sotto il muro degli 11 secondi).

Pannolino Mutandino Pampers

Quanto al pannolino notturno sento spesso dire che bisogna abituare i bambini a dormire senza pannolino. Sempre lui, il mio mitico pediatra al quale affido tutti i miei dubbi e le mie paranoie (non vorrei essere nei suoi panni!) mi ha spiegato che mentre usare il vasino o il water è una abitudine da insegnare e apprendere, non fare la pipì di notte è frutto di una adeguata maturazione del sistema nervoso centrale che controlla l’emissione delle urine. Non si può quindi fisiologicamente insegnare ad un bimbo a non bagnare il letto ma si può solo procedere per tentativi: come? Verificando per almeno 15 giorni di seguito che, al risveglio, il pannolino sia totalmente asciutto. Io stessa ho testato questo metodo sia con Niccolò che con Edoardo e vi assicuro che ha funzionato alla grande. Si è trattato, però, di un passaggio che ho fatto parecchi mesi dopo aver tolto il pannolino diurno (tutti i miei bimbi lo hanno abbandonato ad appena due anni, per la notte ho aspettato il compimento dei tre). Baby Dry Mutandino e Progressi Mutandino sono molto utili anche in questo caso perchè permettono a Bianca Zoe di sentirsi grande e autonoma (ma soprattutto comoda grazie alla fascia elastica avvolgente e alla morbidezza del rivestimento interno).

 

Se volete saperne di più degli innovativi pannolini mutandina Pampers vi invito a leggere la recensione completa che ho fatto su Pianeta Mamma, fatemi sapere cosa ne pensate e se li avete già provati!

Pannolino Mutandino Pampers

 

One comment on “Bianca Zoe: ultimi aggiornamenti dal fronte pannolino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.