Skip to content

Bikini e aerosol

Brasiliana e fisiologica
Tuffi e sciroppi
La nostra estate va un po’ cosi’
Sul filo del rasoio
Voglio una vita spericolata, voglio una vita esagerata, voglio una vita come in infermeriaaaa.
Mamma SGomita, Bombetti SGomita, Trombetti SGomita. A luglio abbiamo già avuto un tris di streptococco e una bronchite, ad agosto: tosse celò, varicella manca, vomito celò, mal di pancia manca, catarro celò, bocca-mani-piedi manca.
Io, ieri sera, sotto effetto di bimixin, camomilla+alloro, acqua con limone locale e polase ho scritto degli appunti: il risultato è simile ai pensieri di Biscardi, Marzullo e Giurato mixati tra loro con un tocco di glitter e di fluo, eccoli (in grassetto):
Vorrei essere  (e a seguire niente spazio bianco, il vuoto)
Per quale strana ragione, durante tutti gli anni del mio liceo, andava per la maggiore il color mogano per i capelli. Adesso no. Per fortuna.
Arriverà un giorno in cui non avro’ più la borsa c
(c sta per cosa?Carica di pannolini?Carica di fazzoletti sporchi?Cruciani?Cobalto?Celeste?Chanel (see magari)? Non è dato saperlo, dovrei farmi ipnotizzare per scoprirlo)
Unghie bicolore?Mani piedi, doppio colore su mani?
Bronde, lo avete provato? Fare qualcosa per capPelli (ndr. intendevo capelli)
(due giorni fa mia mamma mi ha detto che ho i capelli sfibrati e se lo dice lei che mi considera un incrocio tra Audrey Hepburne & Rita Levi Montalcini significa che la situazione è drammatica)
(Marito invece mi vorrebbe un mix tra la Minetti e la Sellerona, tipo)
Bombets mi h (a) detto: piccolina mia, cuore mio, da chi lo ha imparato?Roba da sud aiuto (e niente, scusate, io, terrona dalla nascita, queste espressioni non le reggo, noncelapossofare)
ciabattesimone (scritto così, di seguito, potrei lanciarlo come hashtag, Marito non riesce proprio a comprarsi delle ciabatte decenti, è più forte di lui)

– pantalone tartan, pumps rosse, tanto tantissimo, chili (tonnellate o quintali?Verificare senza dirlo a Simo) di tricot.
(praticamente sono già in inverno)
Solo una cosa mi è molto chiara nel rincoglionimento della nausea: ho pensato intensamente a Dries Van Noten (Marito a questo punto si starà sicuramente chiedendo se trattasi di un giocatore della nazionale tedesca) e alla sua Collezione Autunno Inverno 2014-15.

(Infatti ho scritto LETTERALMENTE “Dries voglio tutto, Simo no compA“)
E stamattina, come Buongiorno:
Bombetti: “Mamma perchè hai le tette un po’ così?”
“Così come?”
“Così (facendo INEQUIVOCABILMENTE il gesto dell’afflosciamento)”
“Come? (io con voce già stridula e LEGGERMENTE alterata)”
“Così MAGRE”.
I bambini di oggi non sanno cosa sia il rispetto.
(io ti ho aspirato il moccio dal naso per mesi, INGRATO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.