Skip to content

Caro Babbo Natale: quanto manca non me lo ricordo

Il nostro piccolo soggiorno in ospedale camera singola, colori neutri, vista nuvole grigie, dettagli in metallo, pranzo al sacco, coffee detox e stile acquario (in isolamento le camere hanno grandi vetrate che danno sul corridoio, quindi io dormivo con la bollicina al naso e la gente mi guardava), ha sballato il mio conto alla rovescia e mandato in fumo i miei acquisti natalizi.
Una linea Maginot separa adesso parenti e amici ai quali avevo già comprato un regalo e quelli che per quest’anno ciccia perché ormai quel che fatto e fatto e indietro non si torna. 
(oggi procedo per slogan e proverbi, di più non posso).
 
Ma se voi avete ancora spazio e tempo per dei regali last minute ecco due proposte fichissime (giusto perché io questo termine non lo uso proprio mai):
 
I bracciali creati da Beatrice Mezzanotte (che dopo anni da designer per brand d’alta gioielleria, ha voluto conciliare maternità e creatività)  per il suo brand BeA e facenti parte della collezione dei Doppi: due versioni dello stesso gioiello, uno piccolo e l’altro più grande, da indossare insieme alla persona più importante della propria vita; oppure un gioiello “scomponibile” in due pezzi: un segno visibile dell’Altro, che ci completa e che porta con sé parte di noi.
 
 
L’idea risolve anche il dilemma che si crea quando nasce un bambino: il regalo si fa alla mamma o al nuovo nato? (Alla Mammaaaaa!) Ecco quindi la soluzione perfetta, il gioiello per entrambi!
Ovviamente i gioielli sono personalizzabili, quindi chi ha più bimbi, come me, può richiedere il numero di bracciali che desidera indicando le proprie preferenze.
Una curiosità. Ogni pezzo delle collezioni BeA è “unico”: viene disegnato su carta, poi realizzato in
cera con una stampante 3D e infine lavorato a mano smussando, ammorbidendo, assottigliando
finché le forme non trasformano in “oggetto” l’idea della designer; la realizzazione finale è poi
affidata a un laboratorio orafo di Arezzo con cui Beatrice ha costruito nel tempo una vera e propria
partnership. I materiali sono argento, oro ma anche nastri, cordini e pelle.
 
 
(Punti vendita e maggiori informazioni sul sito ufficiale BeA)
 
Gli abiti Alma Gemelli: si tratta di un un brand giovanissimo creato da una ragazza-artista (Paola Alma Gemelli), diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera, che nei propri disegni, particolari e grintosi, mescola parti anatomiche del corpo umano e inserti floreali. Grande attenzione per la tecnica di stampa, preziosa, su raso che permette di rendere al meglio l’effetto “disegno a matita” delle decorazioni e per la scelta dei materiali come il cotone pettinato ring-spung per le t-shirt. Nella Collezione Alma Gemelli uomo/donna, troverete maglie e canotte, tubini o abiti lunghi per un outfit sicuramente d’impatto.  
 
 
 
(Tutti i dettagli sul sito Alma Gemelli)

 

E ricordate: il Natale 2015 è parecchio a rischio. Il rischio è che il regalo più acquistato/fatto/ricevuto siano i bracciali Stardust Swarovski. Aiutatemi a salvare il buon gusto. 
Firmate anche voi la petizione #unostardustinmenoalminuto. Mandate un sms solidale per liberare Miranda Kerr dall’ingioiellamento estremo (Miranda, dire addio a Orlando è dura ma piuttosto sfogati con il cioccolato fondente).
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.