Skip to content

Come e quando rifare il giardino

Giardinieri: come scegliere il professionista migliore contenendo i costi

Vi ho spesso raccontato della mia assoluta mancanza di pollice verde. Vivo circondata da parchi e giardini ma preferisco di gran lunga strade e cemento; mi rendo però conto di quanto uno spazio verde e all’aperto sia perfetto per una famiglia numerosa come la nostra. Abbiamo sempre vissuto in case con un piccolo giardino e il compito di gestirlo è stato, per fortuna, affidato al papà, aiutato da giardinieri di fiducia.

Ho sempre romanticamente immaginato me stessa sorseggiare un buon caffè e leggere un interessante libro seduta nel mio patio davanti a distese di verde e fiori lussureggianti. Ma, la realtà è fatta di insetti, terra e polvere, allergia al polline, caldo o freddo a seconda della stagione. Insomma, nel patio non ho mai letto mezza pagina, piuttosto ho organizzato feste di compleanno e grigliate con parenti e amici. Trovo oltretutto meravigliosa la possibilità di guardare dal mio pulitissimo (e animali free) soggiorno i bambini giocare e riempirsi di terra nel nostro giardino.

Quest’anno abbiamo deciso di muoverci per tempo per il rifacimento totale di prato e aiuole; i vecchi proprietari di casa avevano un cane e quindi il prato necessitava decisamente di manuntenzione.

In che periodo dell’anno bisogna eseguire la manutenzione del giardino?

Per avere il giardino pronto per l’estate bisogna cominciare i lavori nel mese di marzo, il nostro giardiniere ha infatti iniziato un paio di settimane fa circa: per prima cosa ha eliminato le erbacce e pulito il prato dal muschio; successivamente si sta occupando del rifacimento del prato e dell’aiuola, mettendo anche un cordolo in tufo, un fondo in lapillo rosso e qualche pianta decorativa, camelie, ortensie, azalee, gelsomino e un pungitopo. Il prato viene prima rigirato e nutrito aggiungendo terra nuova e tra 2 settimane verrà seminato in tempo per le prime grigliate primaverili.

Ma veniamo al tasto dolente: il costo del giardiniere.

Per una manutenzione ordinaria i prezzi non sono poi così alti, il mio consiglio è quello di chiedere diversi preventivi ai professionisti di zona magari accordandosi per un pacchetto completo di manutenzione su base annua (naturalmente ad esclusione del taglio del prato che si può fare personalmente).

I prezzi salgono nel caso di un giardiniere paesaggista che faccia un vero e proprio progetto del giardino  (sistemare un “vecchio” giardino costa meno che rifarlo da zero) o per lavori straordinari di potatura o abbattimento alberi o di posa di un tappeto erboso.

Affidandosi ad un professionista serio e competente il risultato sarà apprezzabile e molto gradevole anche per le fan del cemento come me!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.