Skip to content

Cresce chi legge!

Oggi voglio condividere con voi una iniziativa di Nati per leggere Lombardia che mi sta particolarmente a cuore.  
“Nati per leggere” è il “Progetto di promozione della lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra 6 
mesi e 6 anni  promosso a livello nazionale dall’AIB (Associazione Italiana Biblioteche), dall’ACP 
(Associazione Culturale Pediatri) e dal CSB (Centro per la salute del bambino onlus), col contributo di 
professionisti del mondo della letteratura e dell’editoria per ragazzi, e di tantissimi volontari che danno
voce e anima al Progetto (www.natiperleggere.it)”.



“Nati per Leggere Lombardia ha recentemente avviato una campagna

per raccogliere fondi per un progetto di donazione di libri per la primissima infanzia rivolto alle famiglie al di sotto della soglia della povertà.


In Lombardia, queste famiglie sono 3600 e sono monitorate da

consultori e servizi sociali.


E’ attraverso tali istituzioni che Nati per Leggere vuole raggiungere questi bambini che, ancora più di altri, hanno diritto e bisogno di vedere aumentate le proprie possibilità di una crescita armoniosa.


Si tratta di una campagna dall’obiettivo economico moderato,

che però lascia sperare che l’intervento, tanto focalizzato,
abbia un senso e una buona possibilità di riuscita.


Per aiutare NpL a regalare 3000 libri ai bambini che compiono l’anno si acquistano una o più quote.


Ogni quota ha il valore di 15 euro e corrisponde all’acquisto di 5 libri da donare.


Si dona collegandosi al portale della Rete del Dono

<http://www.retedeldono.it/cresce-chi-legge>, cliccando su
“Dona anche tu” e compilando il form di donazione con i dati richiesti.
E’ possibile donare con carta di credito/prepagata o PayPal”.

(il manifesto della campagna)

Grazie a Giovanna e a tutte le persone che si impegnano per una iniziativa così preziosa!

Anche la biblioteca di Arese che io e Niccolò frequentiamo assiduamente aderisce al progetto “Nati per leggere”. Ci piace andare nell’area bambini dove troviamo delle grandi scatole ad altezza bimbo dalle quali tirar fuori libri da sfogliare e portare a casa. Dal mio punto di vista poi, trovo che sia educativo per i bimbi imparare la regola del libro preso in prestito da restituire alla scadenza del tempo.


(una parte della nostra piccola libreria)


A me piace molto leggere e/o ascoltare i consigli di lettura di altre mamme quindi ne approfitto per darvi i miei (i nostri):

“Il grande libro delle figure  e delle parole” di Konnecke Ole: è un libro al quale sono particolarmente affezionata perchè lo abbiamo comprato al Bookstore della Triennale di Milano una settimana prima che nascesse Niccolò.

–  “Storie per una Buonanotte” di David Grossman: imperdibile per il rapporto speciale tra Ruti ed il suo papà.

“La mia giornata” Editore Giochi Educativi: aiuta a scoprire chi siamo e cosa facciamo nelle diverse situazioni quotidiane e nei vari momenti della giornata.

“Le avventure del folletto Bambilla” di Roberto Piumini: e’ il libro che le leggevo per Niccolo’ appena nato; potere alla fantasia!!!


“Un libro” di Hervé Tullet: ormai un grande classico tra le mamme, è un libro magico, interattivo nel senso autentico del termine (senza necessità di ricorrere a luci e suoni, il mal di testa di mamma ringrazia!)

“La Savana da toccare” di Xavier Deneux: è il preferito del mio piccolino. L’esperienza tattile è fondamentale per un neonato ma devo dire che anch’io mi perdo ad accarezzare il pelo e le piume degli animaletti (il migliore il fenicottero rosa!)

“Io” di Emma Dodd: spulciando in libreria l’ho preso e ho letto sul retro “L’oceano è profondo e io sono piccolo. Le montagne sono ripide e io sono piccolo”. Un piccolo pinguino si sente perso in un vasto mondo, ma scoprirà un vero motivo per sentirsi importante”. Come non comprarlo? 



E voi?Cosa leggete CON o PER i vostri bimbi?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.