Skip to content

Dalla Sicilia alla Toscana con GB Pockit

Siamo molto fortunati, le nostre vacanze, quest’anno, sono state lunghe grazie all’ospitalità dei nonni che vivono al mare. Da giugno ad oggi abbiamo girato tra Puglia, Sicilia e Toscana gustandoci posti meravigliosi e momenti solo per noi.

Oggi voglio parlarvi del passeggino che ci ha “supportato” e “sopportato” attraverso magici luoghi italiani: il passeggino più compatto al mondo (Guinness dei primati nel 2014), GB Pockit, una svolta per le vacanze con i bimbi.

Si tratta del passeggino, da chiuso, più piccolo sul mercato, con soli 38x18x35 cm e 4,3 Kg di peso, sta dentro una shopper per intenderci!

Gb pOCKIT

Sapete già che ho affrontato il viaggio in aereo Milano-Catania e Catania-Milano da sola con Nic, Edo e Bianca Zoe. Missione impossibile? Non direi, si può fare, ma bisogna organizzarsi ed un passeggino leggero e facilmente richiudibile è davvero indispensabile. Immaginate di avere due bambini da tenere d’occhio ed un bebè da sostenere durante la chiusura di un normale passeggino: beh, questo si che sarebbe impossibile ma con GB Pockit sono riuscita a superare l’impasse (si guida con una mano – anche perché, nel mio caso, si tratta dell’unica mano “destinabile” alla figlia minore!). GB Pockit ha le dimensioni di un bagaglio a mano e l’ho quindi riposto dentro la cappelliera del nostro aereo (considerate la comodità di arrivare fino al proprio posto con il bebè sul passeggino nel caso in cui l’aereo sia direttamente collegato all’area partenze dell’aeroporto).

GB Pockit

Per l’ultima settimana di vacanze abbiamo, invece, scelto la Toscana ed in particolare la Val Tiberina in provincia di Arezzo, una zona al confine tra Toscana, Umbria e Marche ricca di natura e di borghi medievali (la passione di Marito) che ha dato i natali a Piero della Francesca e Michelangelo. Luoghi fatti, però, di strade sterrate, terreni sconnessi e parecchie, parecchie, salite con antichi scalini. Anche in questo caso GB Pockit è stato provvidenziale sia per il peso che per la velocità di chiusura (sta in piedi da solo da chiuso) ed è stato utilizzato anche da Edo alla fine di lunghe e faticose passeggiate (tranquilli, Bianca Zoe non ha iniziato a camminare ma è stata all’occorrenza trasportata sulle braccia di mamma e papà). GB Pockit è omologato dai 6 mesi fino ai 17 Kg, Bianca Zoe ha compiuto 5 mesi ma ci sta già tranquillamente.

Gb Pockit

Un elemento da non sottovalutare nella scelta di un passeggino leggero è, nel nostro caso – quello di una famiglia con 3 figli e una mamma incapace di viaggiare leggera – è il minimo ingombro nel portabagagli dell’auto, per questo Marito ringrazia sentitamente.

Gb Pockit

Ed ecco qualche dritta per visitare i posti che potete ammirare in foto.

Per dormire: Podere Violino a San Sepolcro, un agriturismo con piscina e centro equitazione, ampi spazi per i bimbi ed un ristorante che propone buonissimi piatti tipici (non dimenticate di ordinare la classica fiorentina). A colazione una selezione di torte fatte in casa, le mie preferite decisamente quella alla lavanda e gocce di cioccolato e la torta soffice con glassa al limone. Cordialità, gentilezza e grande ospitalità, ideale per le famiglie con bambini che amano la natura e cercano posti genuini e tranquilli. Se avete un bebè da svezzare chiedete pure il brodo vegetale e il passato di verdure provenienti direttamente dal loro orto.

Podere Violino

 

Da visitare in Val Tiberina: il suggestivo borgo di Anghiari eletto tra i più bei borghi d’Italia, vi consiglio un doppio giro, in giornata per scoprire le meraviglie del luogo e gustarvi il Museo di Palazzo Taglieschi ed il Museo della Battaglia e di Anghiari e, al tramonto, per godere della speciale luce sul luogo che fu teatro della battaglia tra milanesi e fiorentini del 29 giugno 1440. Vale il viaggio già la strada che conduce al borgo, un rettilineo in stile highway del Wyoming. Se i bimbi reclamano la pappa portateli al Bar Pizzeria Baldaccio, un posto semplice ed autentico con personale alla mano: la pizza bassa e “croccantina” ha fatto impazzire Niccolò, la crema al mascarpone mamma e papà. Per intrattenere i più piccoli pennarelli al tavolo e tovagliette da colorare.

Gb Pockit

Monterchi: piccolissimo borgo situato su una collina e chiamato così in onore del semidio Ercole, famoso per la Madonna del Parto, affresco del 1455-65 di Piero della Francesca raffigurante una Madonna incinta vestita di blu (probabilmente un omaggio alla madre dell’artista originaria del luogo). Con lo stesso biglietto è possibile visitare il piccolo ma interessante Museo delle Bilance (i bambini entrano gratis praticamente ovunque).

Citerna: un altro borgo tra i più belli d’Italia (in provincia di Perugia) con un suggestivo camminamento medievale e panorami mozzafiato.

Gb Pockit

Arezzo: immancabile una sosta nella città set di importanti film come Il paziente inglese e La vita è bella; se arrivate in città con un passeggino vi consiglio di lasciare l’auto presso il parcheggio di via Pietri dotato di comode scale mobili sulle quali il GB Pockit va alla grande. Arriverete direttamente davanti alla Cattedrale della città e potrete proseguire verso Piazza Grande famosa per il dislivello di più di 10 metri tra il punto più alto e quello più basso. Per un pranzo con i bimbi desiderosi, come i miei, di mangiare un po’ di pesce, perfetta l’Osteria Mest sotto gli archi del Palazzo delle Logge progettato dal Vasari nel 1573. Nic e Edo hanno letteralmente divorato i paccheri con gamberi, polpo e ceci (buonissima anche l’ombrina!).

Gb Pockit

San Sepolcro: il luogo natale di Piero della Francesca è un borgo da non perdere. Noi abbiamo visitato il Museo Civico dove si trovano, tra gli altri, due capolavori dell’artista La Resurrezione (1450-63) ed Il Polittico della Misericordia (1444-65). Per una cena che possa soddisfare le richieste di tutti (pizza, carne o pesce) Ristorante Enoteca Berghi “Dal Grigino”, situata proprio all’ingresso della Porta Fiorentina. Se, invece, avete voglia di dolce, per una colazione ricca o per un pranzo al volo, fate tappa alla Pasticceria Chieli (i tramezzini sono super come anche i dolci). Mini mini pizzette per la merenda dei più piccoli.

Podere Violino

Quanto alla Sicilia, beh, prima o poi scriverò un post sui miei luoghi d’infanzia ma vi anticipo una “chicca”: il gelato al pistacchio più buono del mondo lo trovate a Riposto (CT) al Bistro del Porto, provare per credere!

Porto RIPOSTO

#showyourfold #gbpockit #gbglobalofficial

2 comments on “Dalla Sicilia alla Toscana con GB Pockit”

  1. Ciao!
    Vedo che porti il tuo GB Pockit dappertutto e il bebè sembra felice di starci sopra!! =)
    Io invece ho un’Anex Cross e anche a me ha agevolato le vacanze dell’anno scorso (ho solo due marmocchi, però! E il primo è già grandicello… infatti ogni tanto chiedeva di spingere lui la sorellina sul passeggino).
    Bell’articolo comunque!
    Buona fortuna per tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.