Skip to content

Gli abiti da festa non mi piacciono

Gli abiti da festa non mi piacciono. Mia madre ricorda ancora con orrore i matrimoni di amici e parenti ai quali mi presentavo in jeans, strappati. Ma ci sta, avevo 16 anni.

La mia idea in fatto di look non è però cambiata. Per il Battesimo di Bombetti e Trombetti ho scelto vestiti molto basic, pantaloni blu navy, maglioncini, nessun fronzolo (e in realtà non abbiamo nemmeno festeggiato, non amo questo genere di cose). Se c’è una cosa che mi fa davvero sbellicare è l’album fotografico del battesimo (o pure del matrimonio) con il fotografo che immortala il rito della vestizione del pupo (o della sposa) e a seguire le foto in camera da letto con il copriletto buono. A noi manca proprio la base, il copriletto è un sacco porta piumone Ikea.

La nostra Pasqua, quest’anno, è ligure. Abbiamo scelto l’esilio marittimo per combattere il moccio verde. Ma qui i bimbi sono talmente tanti che i virus si stanno riorganizzando. Pubblico multi-provenienza, multi-età, debilitato dai lunghi mesi invernali, piatto ricco mi ci ficco! Ho già incontrato la mia parrucchiera, il panettiere e 4/5 compagni d’asilo di Bombetti.

E una indigestione da focaccia ligure non ce la toglie nessuno.

I bambini hanno anticipato il loro risveglio, alle 5 come i pescatori del posto. Edo ha richiesto insistentemente la mamma. Marito ha replicato: “Ci sono io!”, “No, volio mamma!”, “Ma io sono come la mamma ma maschio”, “NOOO!”

In valigia abbiamo portato solo tute. Ma per chi non ha voglia di rinunciare agli abiti da festa ecco le proposte Bang Bang Copenhagen; l’abito e la  maglia tuxedo che più pasquali non si può!

abiti da festa

Abiti da festa

Abiti da festa

Abiti da festa

Abiti da festa

Abiti da festa

Abiti da Festa

 

 Buona Pasqua 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.