Skip to content

Una pancia piccola in gravidanza

Tre gravidanze, tre pance sempre molto piccole. Incinta di Niccolò ho preso all’incirca 12 chili, molti se consideriamo la mia altezza e la mia costituzione. Eppure la pancia era piccola, sempre molto piccola. Ho sofferto parecchio per i commenti della gente: “Sei sicura di essere incinta?”, “Dove hai nascosto il bambino?” “Secondo me non mangi abbastanza!”. Ma, ve lo assicuro, la prima gravidanza l’ho praticamente trascorsa mangiando e… misurandomi il pancione: ho ancora un’agenda nella quale, ogni settimana, segnavo la circonferenza della mia pancia sperando in una crescita improvvisa e fulminea. Quante volte ho cercato su Google “pancia piccola quinto mese”, “pancia piccola sesto mese”, “pancia piccola settimo mese”.

Una ragione forse c’era e il mio ginecologo dava a questa ragione, durante ogni visita, un nome spaventoso “ritardo di crescita” non legato ad una particolare patologia o problematica. Nicco in pancia cresceva molto poco ma il liquido amniotico era sufficiente, la placenta non troppo piccola nè particolarmente invecchiata, il flusso di sangue all’utero era corretto. E allora?

Ecografie di accrescimento ogni due settimane per monitorare il bambino, molto riposo e molta carne rossa (quest’ultimo punto convizione personale più che indicazione del medico).

Il mio ginecologo (un medico per nulla allarmista, anzi) un giorno mi disse “negli ultimi anni vedo moltissime donne partorire a termine neonati al di sotto dei tre chili, credo che la vita stressante ed il lavoro a tempo pieno fino alla fine della gravidanza abbiano un certo peso”.

A 38 settimane, durante un controllo in ospedale, una delicatissima dottoressa mai vista prima mi chiese se per caso avessi fatto l’amniocentesi (no che non l’avevo fatta, ero rimasta incinta a 26 anni!) ipotizzando una displasia scheletrica. Nicco in pancia era magro e di bassa statura. Nicco adesso è magro magro e al 95esimo percentile di altezza. Non vi dico lo sconforto. Alla nascita pesava 2800 gr per 48 centimetri, un polletto magro magro e in ottima salute: durante il giro di visite il mitico ginecologo mi disse “molto spesso facciamo esami su esami che poi si rivelano del tutto inutili, il bimbo sta bene ed è questo ciò che conta, non certo la misura di una pancia”.

Durante le altre due gravidanze il ginecologo sostituì l’espressione “ritardo di crescita” con “la signora partorisce figli piccoli” prendendomi in giro per la mia ansia eccessiva. E indagando più a fondo trovò anche una piastrinosi atipica probabilmente causa di una crescita rallentata rispetto ad altre gravidanze, nulla di grave ma una possibile spiegazione ben diversa dal “non mangi abbastanza!”.

Cosa mi ha insegnato questa vicenda? Durante le altre due gravidanze me ne sono fregata, ho fatto l’amniocentesi in entrambi i casi nonostante i 28 anni e i 30 anni (pagandomele di tasca mia) e ci ho spesso riso su godendomi la mia piccola pancia che mi ha permesso di allacciarmi le scarpe da sola fino al parto, di guidare fino a 40 settimane e oltre, di prendere in braccio i fratelli maggiori, di indossare la maggior parte dei miei abiti post gravidanza. Incinta di Edoardo ho svelato la gravidanza ai più al sesto mese inoltrato, nessuno si era accorto che io fossi incinta.

A 39 settimane di Bianca Zoe nuova visita gravidanza a termine con una nuova dottoressa: “signora questa pancia mi preoccupa è troppo piccola!” E di nuovo ecografia meticolosa per poi arrivare alla conclusione “la bambina è perfetta!”. Ecco, appunto. Io mi sentivo bene, per nulla appesantita, avevo preso solo 7 chili e fatto sport durante tutta la gravidanza mangiando in modo sano ed equilibrato. La piccola di casa alla nascita ha superato i fratelli: 3chili e 90 gr (nonostante io avessi preso un peso decisamente minore).

Ho partorito tre bambini sanissimi e ho sempre avuto la pancia piccola.

Ci sono mille ragioni per una pancia piccola: conformazione del bacino e dell’utero, quantità di liquido amniotico, genetica (io sono 1,60 per 47 kg), flussi alterati, piastrinosi (come nel mio caso)

Ciò che voglio dirvi è: rispettate i sentimenti di una mamma, non offendete, non domandate, non impicciatevi, non fate paragoni tra pance.

(Non che Chiara Ferragni abbia bisogno del mio supporto ma tutto questo inchiostro sprecato sulla grandezza della sua pancia inizia a darmi sui nervi, se proprio avete voglia di “prendervela con qualcuno” – bonariamente parlando – fatelo con le donne che continuano a fumare in gravidanza e/o allattamento).

 

(In foto incinta di 7 mesi di BZ)

 

7 comments on “Una pancia piccola in gravidanza”

  1. Tutte queste mamme che se nn prendi 30 kg nn sei incinta…non sai quanto avrei voluto prenderne ancora meno, ne ho presi 13 ..
    E poi secondo tutto è riconducibile alla nn solidarietà femminile e all’invidia molta
    Lalu

    1. sì forse hai ragione anche se tra mamme l’invidia è davvero triste (dovremmo imparare a pensare a ciò che è davvero importante)

  2. La mia Bianca è nata di 2890 g e 48 cm,sanissima e precisamente alla scadenza. La pancia a pochi giorni dal parto sembrava una pancia al sesto mese avendo messo su solo sei kg,l’allarmismo l’ha creato la gente che continuava a dirmi che pancia piccolaaaa,anche perfetti sconosciuti che si permettevano commenti!Per fortuna da parte della ginecologa e pure dall’ospedale non mi hanno mai creato timori perché la gravidanza era monitorata e andava tutto ok. Un abbraccio.

  3. No comment guarda!
    Io sono il tuo opposto, gigante in confronto (1,80 mt per 80 kg, ben distribuiti per fortuna :D) e anche io ho sempre avuto pance “piccole” se paragonate alla mia corporatura. Ma nessuno sembrava ritenerlo normale. Avrei dovuto per forza avere una pancia enorme, sinonimo di un bambino gigante che tutti si aspettavano. Ma perché mai?!! In entrambe le gravidanze ho preso 8-9 kg soltanto, che per il mio fisico sono pochi, eliminati tutti con il parto, i bimbi nati perfetti a 3,5 kg e 52 cm, non certo dei “giganti”. Ciò nonostante durante tutta la gravidanza di entrambi mi sono sorbita pipponi infiniti sulle misure e pronostici di grandezza di quello che sarebbe uscito. Mah!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.