Skip to content

Gravidanza a termine: non aprite quella bocca!

La gravidanza di una donna è come la partita di calcio in cui gioca la nazionale italiana. O come Sanremo. Tutti si trasformano improvvisamente in ginecologi, allenatori e critici musicali. Sarà probabilmente per la nazional-popolarità dell’evento che coinvolge ognuno di noi almeno una volta nella vita. Se non direttamente tramite una amica, zia, cugina, cognata.

Una donna con pancione enorme, a fine gravidanza, attira commenti e sguardi più di un cantiere con lavori stradali in corso (una metafora molto azzeccata perché, vi assicuro, arrivati al nono mese di gravidanza, ci si sente effettivamente un cantiere).

Le frasi migliori? Io ne ho sentite centinaia anche se le migliori rimangono quelle, profetiche, sulla data in cui il pupo deciderà di venire alla luce.

E guardo il mondo da un oblò, mi annoio un pòòò…luuunaaaaa…

La luna, questa sconosciuta. Ho appena letto, per caso, che (testuale) “la prossima luna buona per partorire una femmina sarà il 9 marzo”. Dopo la mia scadenza. Sono molto scettica sul tema ma non l’ho presa per gnente’ bene. Del tipo che ho rischiato la crisi di nervi. Che ho curato cercando su Google: “terzo parto anticipa”. Così, senza punto interrogativo che per me la cosa è una certezza come lo era anche sul secondo (in ritardo di una settimana). Ho quindi letto forum autorevoli sul tema in cui si specificava che i parti dispari sono anche più lunghi e più dolorosi. Il terzo imita il primo. “Scusi signora ostetrica, si sbagliaaaaa, per me questo è il quarto partoooooo!”

La pancia: misurazione geometrica della stessa, latitudine, longitudine, altezza, grandezza. Le mie amiche di pilates (donne nonne con grande esperienza) mi hanno detto che ho la pancia più bassa. Non si illude così una povera donna gravida, adesso mi aspetto di partorire con un pochino di anticipo (anche un giorno sarebbe utile, grazie Fratella, dalle 38 settimane per ogni giorno in meno calcola 15 minuti in più per il futuro coprifuoco serale; se hai problemi di calcolo, come la mamma, ti passo una calcolatrice, non dirlo a papà).

Esiste anche la variante viso: “Hai proprio la faccia del parto imminente!”. “E tu hai proprio una faccia di BIIIIIP!”

L’ansia (ma dei Mariti). Siamo stati al corso preparto, alla lezione con compagni/partner. Abbiamo visitato la sala parto, la stessa dove è nato Trombetti. E mentre io cercavo di visualizzare immagini positive tipo la fine del parto, l’uscita dalla sala e l’arrivo del pranzo (la minestrina dell’ospedale a me piace un casino), Marito iniziava ad agitarsi. Mi ha detto che adesso ha l’ansia. LUI. Sempre durante la lezione abbiamo fatto il giochetto dei foglietti sui quali scrivere aspettative e paure in vista della nascita. Hanno tutti (tranne noi) scritto, tra le aspettative, che la vita con un figlio sarà più bella, meravigliosa, straordinaria. Io e Marito ci siamo lanciati uno sguardo di intesa carico di “beh pure quando si andava in una diversa capitale europea ogni weekend non era proprio malaccio”. Ah, per la cronaca, noi siamo stati entrambi molto pratici e concreti scrivendo – l’uno all’insaputa dell’altro- che non vediamo l’ora di scoprire il viso di Fratella dato che, durante le innumerevoli e costose ecografie, aveva sempre le mani davanti ad occhi e bocca; quanto alle paure ancora una volta identico commento: si spera che Edoardo non attenti alla vita della nascitura! Brutta gente cinica.

Per placarla (la suddetta ansia) ho fatto l’ultimo shopping preparto per Fratella. Molto consolatorio. Dico ultimo perché temo poi che il corriere non trovi nessuno in casa. Tra le note dell’ordine potrei inserire “citofonare ospedale, reparto maternità”.

Felpa e sarouel con fenicotteri, body e cappellino con ciliegie, tutto Soft Gallery.

Gravidanza

(Scusate, adesso corro a consultare il calendario Maya sulle nascite, la cugina di terzo grado di mia cognata sostiene sia infallibile)

 

 

 

2 comments on “Gravidanza a termine: non aprite quella bocca!”

  1. A me continuano a dire: “Non sai che l’anguria si mangia a fette e non intera?” 👿 Anche la postina dice che ho la pancia bassa… tutti esperti! Mi basta non trovare la stessa ostetrica della scorsa volta che mi diceva “devi sentire il tuo corpo”… ??? Il male lo sentivo benissimo… sai stavolta dove gliela metto l’anguria intera se non mi fanno subito l’anestesia??? 😆

  2. Vabbè ma al terzo figlio penso che le aspettative siano più realistiche! 🙂 comunque già ricordo con fastidio le considerazioni di CHIUNQUE quando si avvicinava il giorno del parto…penso che se faccio il secondo stavolta prendo la gente a cazzotti in faccia! Sei anche troppo paziente 😀 comunque adoro gli ultimi acquisti ? ora con la femmina ci sarà da sbizzarrirsi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.