Skip to content

I papà

I papà sono esseri speciali, metà mamma e metà supereroe.

Hanno il super potere di fare tutto quello che fanno le mamme, magari più lentamente o lasciando qualche briciola per terra ma con la forza e la sicurezza che solo un papà può donare al proprio bambino.

Sono sbadati, è vero, ma dimenticare qualcosa per poi ricordarsene ridendo è molto divertente.

Non importa se la giornata in ufficio sia stata dura, lunga e faticosa, i papà, tra uno sbadiglio e l’altro, tra un tuffo sul divano e uno sul letto, sanno sempre come intrattenere i propri bimbi. Con storie fantastiche di tigri feroci incontrate durante la mattinata o con racconti di un collega burlone che si mette in piedi sulla sedia cadendo rovinosamente a terra nonostante i rimproveri del “capo”.

Vorrebbero tanto capire cosa si prova a sentire la pancia muoversi a destra e a sinistra e vorrebbero esempi concreti e reali (perché loro sono così, hanno sempre i piedi per terra) ma si accontentano del “non riesco a spiegarti” di chi vuol mantenere quasi “segreto” un momento unico e speciale.

I papà hanno un’ottima memoria. Certo, non ricordano quale sia stata la tutina indossata dal loro bambino in sala parto ma ricordano benissimo il momento in cui, per la prima volta, si sono sentiti anche loro genitori.

E non ci rinfacciano mai di considerarsi esclusi dal rapporto speciale che noi mamme abbiamo con il piccolo ancora in pancia o appena nato. Non provano delusione se il figlio minore ordina loro di andar via (in box) per rimanere da solo con la mamma. Noi forse, un po’ ne proveremmo.

Non ci accusano di sentirci onnipotenti e se, ogni tanto, ce lo fanno notare a mo’ di battuta, sono poi disposti ad accettare l’immancabile: “tu non mi capisci!” o “tu non puoi capire!”.

Ho spesso la sensazione che anche loro vogliano trovarsi in balia del famoso triangolo delle Bermuda: moglie-mamma-donna in carriera ed invece la società e la storia hanno già scelto per loro la semplicità del farcela ad essere tutto. Ma siamo certe che sia così semplice essere un papà che ogni sera torna a casa tardi dall’ufficio?

I papà, forse, vanno più all’essenziale dell’essere genitori. Noi mamme, a volte, ci lasciamo bloccare, stressare, rovinare il momento da piccoli insignificanti dettagli.

I papà che incontro a scuola, al parco, in piscina, sono sempre più sorridenti delle mamme, da tempo mi interrogo sul perché e non voglio accontentarmi della semplicistica risposta “perché facciamo tutto noi donne!”. Non è così o, a volte, vogliamo che lo sia e non siamo disposte a cedere il nostro “feudo”.

Bombetti, Trombetti e Fratella sono molto fortunati ad avere un papà proprio così.

 

6 comments on “I papà”

  1. Anche il papà del ricciolino biondo e’ così e per fortuna, ce ne sono tantissimi come lui e tuo marito.
    L’Alpmarito confessa spesso di non vivere i sensi di colpa di cui parlo io e non avere timore di perdersi certi impegni, come il corso di nuoto in piscina o i colloqui con le maestre, però mi dice anche che vorrebbe poter trascorre più tempo con suo figlio, non essere costretto a lavorare lontano da casa e aver voluto poter godere di più, i primi mesi, di tempo per il piccolo, anziché essere costretto a tornare a lavoro. Insomma, la distanza con le mamme si sta riducendo e, secondo me, e’ un gran segno di civiltà.

  2. Quando mi hanno segnalato il tuo post mi sono catapultato nel tuo bel blog: grazie Olga, concordo sul fatto che la situazione dei papà stia cambiando, ma già da un pezzo ! Solo che qualcuno ha ancora il paraocchi e non si accorge che i papà vogliono essere presenti, con il loro modo di fare, vogliono essere genitori al 100%. Vorrebbero migliorare la qualità del tempo trascorso con i figli, vorrebbero pure tener vivo il rapporto di coppia con la propria moglie o compagna. A volte i papà vengono improvvisamente banditi e allontanati dalla propria abitazione, in questi casi i figli li possono vedere solo ogni 15 giorni: possiamo solo immaginare le lacrime versate dai papà…. ecco, i papà vorrebbero maggior considerazione, i papà vorrebbero semplicemente poter fare i papà !

    1. Condivido tutto quello che dici!Certo le eccezioni ci sono sempre però a volte trovo che le donne facciano fatica a cedere il proprio scettro, io sono per l’assoluta condivisione, avanti così papà!!!:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.