Skip to content

Ieri, stanotte, stamattina e al più presto

Ieri riunione alla scuola materna di Nic per la presentazione delle nuove maestre.

Marito: “Come sono queste maestre?”

Io: “Gradevoli esteticamente, più carine delle altre che c’hanno i baffi e i bimbi poi si spaventano; bionde, una c’aveva pure una collana Tiffany”

Marito: “Capisco. Allora Niccolò sarà in mani sicure”.

(Niccolò da ieri racconta a tutti che le sue nuove maestre sono bionde)

Quando si dice una madre di famiglia che guarda alla sostanza. 


Stanotte Trombetti non ha dormito. Nessuna novità quindi. Io ho pianto. Tirato su con il naso. Dalle 3 alle 4 ho preso sonno: ho sognato di fare una mega pipì tanto da allagare il soggiorno. Tipo a fiumi.
Alle 5 ho rimproverato Edo “adesso bastaaaa!!”, alle 5:15 pronunciato la frase noncelafacciopiù, alle 5:25 comunicato a Marito che da oggi si pratica l’astinenza a fini preventivi di un eventuale terzo figlio; ore 5:45 dato l’ACVA (ndr acqua) a Edo; ore 6:05 presa pedata sul mento dallo stesso piccolo nottambulo; ore 6:15 Edoardo si è giocato in soli 60 secondi la possibilità di partecipare alle gite scolastiche fino ai 18 anni, il motorino, la moto, la minicar, e pure il campeggio a Santorini con gli amici; ore 6:30 Marito ha intonato: “Lo diceva Neruda che di giorno si suda (ma la notte no!) rispondeva Picasso io di giorno mi scasso (ma la notte no!)” Edo ha iniziato a battere le mani.

Estivil abbiamo un problema.


Stamattina è stato il turno del benzinaio burlone. Io “Salve, vorrei il pieno di benzina”_____________fatto_______________ Lui “Ahaha scusa, ho sbagliato ti ho fatto il gasolio!”
L’ho guardato interrogativa. Parecchio interrogativa.

Lui: “Ehehe era una battuta!”

A’ bello ma quale battuta e battuta? Ma secondo te PER ME c’è differenza tra benzina e gasolio?
Io il tuo sarcasmo petrolifero NON LO CAPISCO.

Al più presto voglio, per me, un paio di abiti della Collezione Victoria Beckham Primavera Estate 2015 e per i nani l’intera Collezione Junior Gaultier FW 14:

                                                                              
                                         
      
                                
  

                                                                     

                                           

                                                                          
     

                                                                 
    
   


(Ah. Niccolò mi ha pure chiesto: “Mamma ma come mai arrivi ai pedali della macchina TU CHE SEI BASSA?”
Rispondere che anche lui è basso, molto basso, è diseducativo secondo voi?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.