Skip to content

Il sacco nanna per la stagione fredda

Vi ho raccontato che da quando ci siamo trasferiti in casa nuova, Bianca Zoe dorme in una stanzetta tutta sua. Una camera ancora piuttosto vuota e con una doppia esposizione (ha una finestra ed un balconcino); la temperatura, quindi, non è certo quella (eccessiva in verità) del vecchio appartamento: riscaldare una casa grande è ovviamente più difficile.

I bambini durante la notte si scoprono, fanno grandi sudate rischiando di ammalarsi e si svegliano (i miei spesso) con mani e piedini gelati. Con Nic e Edo non mi sono mai posta il problema perchè hanno sempre dormito insieme nella loro vecchia stanza piccola e molto molto calda; adesso hanno un’età nella quale sono in grado di coprirsi e scoprirsi all’occorrenza in autonomia.

sacco nanna Noukie's

Bianca Zoe no, lei è passata dalla mia stanza da letto (e da me che la coprivo durante la notte avendola accanto) alla sua e ha un sonno piuttosto agitato, si scopre, rimane a piedi nudi, si gira e si rigira nel suo lettino. Come fare per coprirla a sufficienza?

Come far dormire il bambino: coperta o sacco nanna?

Ammetto la mia ignoranza in materia ma ero convinta che il sacco nanna si usasse solo durante il primo anno di vita del bebè e che non ci fossero modelli adatti a bambini più grandi (Bianca Zoe ha adesso 21 mesi): mi sbagliavo!

sacco nanna Noukie's

In effetti trovare un sacco nanna grande, comodo, di qualità non è un’impresa semplice: io ho scelto i prodotti Noukie’s, il brand belga del quale siamo ormai da tempo fedeli fruitori per pigiamini, abbigliamento e puericultura leggera. In particolare ho optato per il sacco nanna Bao & Wapi nella misura 90-110 cm morbido e caldo (sullo shop Noukie’s troverete una ampia selezione di sacchi nanna in diverse forme, colori e materiali).

Il bambino dormirà al caldo in comodità e sicurezza e potrà liberamente muovere le manine e le braccia che rimarranno all’esterno del sacco. Ci tengo a sottolineare l’aspetto della sicurezza poichè ho proprio posto una specifica domanda quando, qualche giorno fa, ad un evento, ho incontrato la Dott.ssa Silvia Soffritti – Dirigente Medico I Livello UOC Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Ospedale Maggiore di Bologna.

sacco nanna Noukie's

La dott.ssa Soffritti ha risposto che il sacco nanna rispetta al 100% le linee guida della nanna sicura a condizione che lasci il bambino libertà di muovere le braccia proprio come nel modello di cui vi sto parlando (discorso diverso per il sacco “da passeggio” nel quale il bimbo potrà e anzi dovrà avere le braccia coperte ed al caldo).

Come vestire il bambino quando si usa il sacco nanna?

Bianca Zoe indossa body in cotone e pigiamino in pile anche questo Noukie’s: un modello in velluto due pezzi in colore acquamarina che adoriamo!

Fino a che età si può usare il sacco nanna? Nella mia esperienza posso dire che è utile usare un sacco nanna fino a che il bambino non sia in grado di ri-coprirsi durante la notte sentendo da solo il bisogno di farlo (i miei hanno iniziato non prima dei due anni e mezzo).

sacco nanna Noukie's

Come scegliere lo spessore adatto per il sacco nanna? Naturalmente dipende dal clima di casa vostra e dalle stagioni: io ho usato anche il comodissimo sacco Noukie’s estivo (spesso come un lenzuolino per intenderci).

Usare il nostro sacco nanna Noukie’s è molto facile: la lunga cerniera permette un’apertura ampia e i due bottoncini sulle spalle consentono una sistemazione veloce del bambino. L’ho già lavato più volte in lavatrice senza alcun problema 🙂

sacco nanna Noukie's

sacco nanna Noukie's

Non mi resta che augurarvi una buona notte (sì dico soprattutto a voi colleghe mamme!)

One comment on “Il sacco nanna per la stagione fredda”

  1. Hot topic questo!
    Noi con il grande lo abbiamo utilizzato moltissimo, fino ai 2 anni e mezzo circa.
    Con il senno di poi abbiamo però capito che tante notti “agitate” erano in realtà dovute forse proprio al sacco nanna, che in qualche modo ingombrava o limitava i movimenti serpenteschi di mio figlio.
    Con il secondo ci abbiamo provato in più occasioni, ma abbiamo sempre desistito da subito, perché non lo ha mai accettato e le uniche volte che sono riuscita ad infilarcelo e lui ad addormentarsi, si è rivelata poi una notte d’inferno.
    Con lui quindi abbiamo abbandonato l’idea (e nr.2 sacchi nanna praticamente nuovi) e dorme in modalità multi-strato, inclusi calzini e felpa pile, in modo tale da tenerlo coperto quanto basta perché sia libero. La copertina che gli mettiamo sopra una volta che si è addormentato è come se non esistesse… 30 secondi dopo, pure nel sonno più profondo, viene scalzata via.
    Sto attendendo l’arrivo oggi di un tipo diverso di sacco nanna, con un tog non troppo elevato, da mezza stagione diciamo, ma che ha una novità: i piedi stanno fuori (gli metterò i calzini). Con questo modello spero che lui lo accetti meglio, essendo libero con i piedi di muoversi di più e non sentirsi “intrappolato”.
    Ti saprò dire! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.