Skip to content

Il telo di mussola: il regalo perfetto per una neomamma

Quanto ai regali alle amiche o parenti neomamme sono stata sempre parecchio monotematica: in principio fu l’accappatoio (dopo aver scoperto, grazie a Niccolò, che durante un solo bagnetto, i neonati arrivano a sporcare fino a 4/5 asciugamani – ma solo quelli bravi eh!), adesso è il telo di mussola. Di cosa si tratta?

La mussola di cotone (o telo garzato) è un telo molto morbido e leggero, una pezza in tessuto che ha origini lontane.

Lo swaddle (è così che si chiama in lingua inglese) veniva usato da diversi popoli e culture del mondo per avvolgere i neonati (fin da tempi pre-biblici) e parecchi erano e sono i benefici di questa pratica tra cui quello di dare sicurezza ai piccolini ricreando l’ambiente uterino e l’abbraccio della mamma.

Io stessa ho provato la fasciatura del bebè con Bianca Zoe che, appena nata, ha sofferto di coliche e mal di pancia: il sollievo era immediato (certo, non risolutivo, perchè noi mamme sappiamo purtroppo che contro le coliche del neonato l’unico rimedio davvero valido è il tempo).

Telo di mussola

Esistono mussole di diversi tessuti, di lana, di bambù ma le migliori, a mio parere, sono quelle in cotone (il bambù l’ho trovato poco assrobente). I teli in mussola effetto garza hanno alcuni vantaggi tra cui la protezione dal caldo e dal freddo (il tessuto di cotone è termoregolatore).

E non solo: il cotone ha mille virtù, è duraturo e resistente, è morbido, è assorbente e traspirante.

 

Come utilizzare le mussole?

Gli utilizzi del telo di mussola sono molteplici e questa è una delle ragioni per cui, dopo che li proverete, non ne potrete più fare a meno.

Come copri-passeggino in caso di vento, sole, aria condizionata, per proteggere la mamma (e il bebè) da occhi indiscreti durante l’allattamento all’aperto, come base d’appoggio per il cambio, come piccolo tappeto per far giocare il bambino a terra, come proteggi spalla di mamma dal malefico rigurgito post poppata, come accappatoio o asciugamani, come bavaglino, copertina o ancora da appoggiare su seggiolini auto e passeggini per proteggere i piccoli dallo sfregamento reso più fastidioso dal sudore estivo.

Telo di mussola

Io ho spesso usato i teli garzati come sciarpa di emergenza in caso di freddo improvviso, sia per Bianca Zoe che per i fratelloni (e anche per mamma e papà). Nella mia borsa c’è sempre una mussola (che oltretutto si può piegare e stropicciare senza problemi occupando così pochissimo spazio).

Ed è per questo che il telo di mussola di cotone è diventato il mio personalissimo must have da mamma ed il dono perfetto per una neomamma (quale migliore occasione per farle scoprire i mille usi degli swaddle?).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.