Skip to content

La legge di Murphy delle mamme – summer edition

Se qualcosa può andar male, lo farà. D’estate andrà male ma con 40 gradi all’ombra, le zanzare e l’eccesso di sudore.

Lasciate a se stesse, le cose tendono a andare di male in peggio, figuratevi i bambini lasciati liberi di scorrazzare in spiaggia.

Per quanto nascosto sia un difetto, vostro figlio riuscirà sempre a scovarlo. “Mamma cosa sono quelle righe bianche che hai sulle tette bleah?” “Smagliature luce dei miei occhi”. “Mamma hai un pelo!” “Un solo pelo che vuoi che sia!”, “Mamma ECCONE UN ALTROOO!”

Il tragitto casa-spiaggia (100 metri) richiede più tempo di quanto si pensi. Rivaluterete l’ora di punta in tangenziale.

Non ci si può mettere a far qualcosa senza che qualcos’altro non vada fatto prima. Tipo andare al mare senza prima aver verificato che il piccolo abbia fatto la cacca. Ore 11:05 “Mamma devo fare la caccaaaaaa!”, “Tutti a casa prestooooo!”, impacchetta giochi, asciugamani, costumi, ciabatte, recupera la nonna al largo, stacca la piccola dalle tette, attraversa l’asfalto bollente e torna in casa. Immediatamente lo stimolo passerà e la cacca resterà un lontano e soleggiato ricordo.

Quarta legge di Finagle: una volta che si è pasticciato qualcosa, qualsiasi intervento teso a migliorare la situazione non farà altro che peggiorarla. Un castello di sabbia rotto NON si aggiusta e la reazione del pupo sarà…scomposta.

Tutto va male nello stesso tempo: il figlio grande si avventura al largo senza braccioli, la piccola rigurgita, il mezzano tenta il doppio salto mortale (per la mamma) dalla torretta di avvistamento del bagnino, in lontananza una voce “c’è da spostare una macchina (la tua)”.

Se c’è una possibilità che diverse cose vadano male, quella che causa il danno maggiore sarà la prima a farlo. Vuoi che su 345 bambini avventori del medesimo bagno sia proprio MIO FIGLIO quello in lontananza che lancia la sabbia addosso all’anziana signora? SI, VUOI.

Versione relativistica della legge di Murphy: Tutto va male anche in diversi sistemi di riferimento. Pure se non siete al mare ma in montagna non avrete comunque scampo.

Settima variante di Zymurgy alla legge di Murphy: Quando piove, al mare diluvia. Ottava variante di Matteo L. alla legge di Murphy: Se è impossibile che piova, cavolo ad agosto in Sicilia NON PIOVE, grandinerà.

Se le cose sembrano andar meglio, c’è qualcosa di cui non stiamo tenendo conto, tipo il gelato spiaccicato in borsa.

Sorridete, domani andrà peggio, in spiaggia ci sarà il torneo di racchettoni.

Se state trascorrendo una domenica estiva leggete qua, la legge di Murphy si raddoppierà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.