Skip to content

Lariciunferarillalero lariciunferarillallà

Per usare le parole di marito a noi piace uniformarci, essere un po’ cialtroni, ci piacciono i luoghi comuni (del tipo Veneziaèbellamanoncivivrei) e le abitudini di massa, d’estate amiamo partire per le vacanze il giorno di ferragosto e d’inverno decidiamo di portare i bimbi in montagna il weekend del Carnevale Ambrosiano.

Feste in maschera?Carnevale in piazza?Sfilata di carri allegorici?NO, Grazie, non siamo mica a Viareggio, il Carnevale fa confusione e caciara,  noi si va sulla neve per rilassarci,  belli paciarotti. 
Che alla fine Spider-Bombetti ha già festeggiato a dovere al nido e Banana-Trombetti lo vestiremo in maschera al primo momento libero, si si, tra qualche settimana, giusto per scattare un paio di foto (appena qualche giorno fa lo abbiamo fotografato con il vestito da Babbo Natale; già immagino quando, tra qualche anno, guardando le sue foto da piccolo diremo: “toh guarda com’era grande a 6 mesi!”).

Per quanto mi riguarda la competizione agonistica da weekend era iniziata già venerdì pomeriggio quando lista-munita sono andata allegra e briosa al Decatlhon (tu, lettore, solo quando diventerai genitore capirai fino in fondo la “grande bellezza” del più bel negozio per sportivi) per comprare l’attrezzatura da montagna per Bombetti&Trombetti. Chiaramente sono arrivata un filino fuori stagione e quindi dopo aver snobbato con una certa indignazione il mega reparto costumi da bagno & Co. mi sono diretta al micro-scaffale inculato della roba da sci. 
Comunque il risultato finale è stato sopra le aspettative: Bombetti, già lo vedo, bello come il sole, sulle piste da sci con salopette taglia 18 mesi (fortuna che è magro al massimo tratterà il respiro per qualche ora e in ogni caso il pantalone appena sopra la caviglia fa molto dandy), maglietta tecnica taglia 5 anni (per i prossimi due anni si va alla grande) e guanti taglia 4 anni (ok ok sono troppo grandi ma non c’è problema, onde evitare eventuali disagi li ho dimenticati a casa che sulla neve, si-sa, meglio giocare a mani nude); Trombetti, come sempre bimbo nel dimenticatoio, non ha bisogno di nulla, lui il tutone termico (riciclato) lo usa ogni santo giorno pure per fare il tragitto casa-box-box-casa (del resto il primissimo commento telefonico di marito quando gli dissi, incinta post ecografia, “che palle un altro maschio” fu, in tono di minaccia “perfetto, abbiamo tutto, non comprare manco mezza tutina”).
Sabato mattina quindi, siamo partiti, carichi di speranza (“tranquillo Simo, le scuole sono già chiuse da giorni, la gente è partita mercoledì & giovedì, al maaaassimo venerdì”) e di 2513616176361 trilioni di bagagli.
                                                                                             
(perchè se hai figli non hai più diritto ad una valigia, parti con un sacchetto)

Dal punto di vista di noi genitori sciagurati le partenze sono una gran figata perchè per almeno 24 ore possiamo utilizzare con Bombetti la minaccia: “se non ubbidisci ti lasciamo a casa da solo” (nonni tappatevi le orecchie).

A circa 10 km da casa la tragedia: papà ha dimenticato il cd “I più grandi successi per bambini rompicoglioni da 0 a 5 anni”: panico, terrore, tutta la mia vita mi passa davanti, e adesso chi glielo spiega al Bombetti? (tu, no io no, ehhh no, io ho dimenticato i guanti e non è così grave, tu invece…”!).  
Il daddy, che uomo il mio uomo ahhh, ha un asso nella manica: un cd bombettiano mezzo rotto, si posso ascoltare in loop solo le prime 4 canzoni: “La macchina del capo”, “C’era una volta un piccolo naviglio “(Io: “no questa non la conosco, non la cantavo mica da piccola, ma certo si parla di  Navigli, sarà una tipica canzone milanese”= sguardo di pena e compassione da parte di marito),  “Il grillo e la formica”, non la conoscete?!? È una canzona lietissima! Viene fissato il giorno delle nozze: un fico secco e due castagne cotte. Lariciunferarillalero lariciunferarillallà. Erano in chiesa e si mettean l’anello,il grillo cadde, gli si spaccò il cervello. Lariciunferarillalero lariciunferarillallà. La formicuzza dal gran dolore impazza: sposa di fresco, si ritrovò ragazza! Lariciunferarillalero lariciunferarillallà. La formicuzza, per il gran dolore, prese uno spillo, se lo ficcò nel cuore. Lariciunferarillalero lariciunferarillallà”, (marito “Toccarsi i maroni!”) e “I tre porcellini” che preferiamo censurare perchè il lupo mette una certa ansia (immediata parte la domanda: “mamma non c’è il lupo, veeeero??”).


A seguire:
1 ora di coda all’andata e 1 al ritorno (fatele voi 2 ore in macchina con bambini in età pre-scolare da intrattenere, del tipo”amore, con te il tempo non passa mai”). C’è da dire che Trombetti ha trovato un simpatico diversivo:


                                                 (è al contrario ma guardo le figure)
2638974948 discese con il bob per Bombetti (e prima caduta di faccia con immediata esclamazione del papà: “risali subito sennò è come con il cavallo!” (ehhh???????)



1 pupazzo di neve ma fatto bene



Primo piatto di polenta taragna per Trombetti

3 esclamazioni accorate all’indirizzo dei fratellini Bombettis: “oooh bella gioia, ohhh belle gioie, tanta fortuna!Son femmine nè?”

Una parentesi romantica: marito, uno splendido adolescente, con scarponcini Timberland e occhiali a specchio, mi ricorda il nostro primo weekend in montagna, nello specifico il mio pianto a dirotto sulle piste da sci con annesso lancio, a lui, del bastoncino (secondo me quel tratto era da pista nera, fate un po’ voi).

Mamma, ad acclamazione popolare, vincitrice del premio “essere vivente meno abbronzato e più coperto del comprensorio sciistico Bremboski-FoppoloSki-San Simone Ski-Carona Ski”: ok faceva estremamente caldo ma la fascia in testa Lacoste Vintage sognavo di indossarla dal 1989.

E per finire uno special thanks ai nonni, nostri baby sitter (ANCHE) da weekend perchè senza di loro ci saremmo fermati a Dalmine e avremmo trascorso il weekend all’Hotel Parigi 2 (maghi del naming ne abbiamo?).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.