Skip to content

Madie moderne per contenere gli oggetti con stile

Fare ordine nel caos e farlo con un gran bel tocco di stile: una doppia opportunità che una mamma non dovrebbe mai lasciarsi scappare. Spesso, infatti, non sappiamo dove riporre gli oggetti e questi finiscono inevitabilmente per accumularsi gli uni sugli altri: il tutto trasformando la nostra abitazione in un’esplosione di disordine. Per fortuna c’è qualcosa c’è una soluzione pratica per risolvere questo problema: riporre gli oggetti in un mobile contenitore per conservarli in maniera ordinata. Un’opzione di particolare pregio estetico e dalla grande utilità è rappresentata per l’appunto della madia. In pratica, la soluzione definitiva per mamme in cerca di un mobile moderno e funzionale.

Caratteristiche delle madie moderne

Le madie rappresentano il passato nella modernità: in origine erano usate come credenze per mettere a lievitare il pane, mentre oggi hanno la funzione di contenitore generico. L’origine antica si ritrova tutt’oggi nelle forme geometriche e nei materiali utilizzati per realizzarle. Attenzione, però, perché hanno allo stesso tempo subito un’importante evoluzione in termini di stile, adattandosi ai tempi moderni. Fra le caratteristiche più importanti troviamo il look spesso minimal e dalla forma squadrata perlopiù rettangolare, impreziosito da tonalità e colori moderni. Questi ultimi, infatti, sono funzionali a creare giochi coi volumi e a renderla molto attraente da un punto di vista estetico. Esistono davvero tantissimi modelli di madie, che possono differenziarsi per dimensioni, struttura e composizione.

madie moderne

Tutti i tipi di madie

Esistono madie e madie, pensate per adattarsi a qualsiasi stile d’arredo: si parte dai modelli con una superficie totalmente liscia, fino ad arrivare a quelli con una lavorazione decorativa artigianale. Da quelle dallo stile più classico fino ai modelli all’avanguardia, le madie moderne in esposizione su siti tipo Duzzle sono in grado di adattarsi ai gusti di tutti. Dal classico al moderno, anche il tipo di legno usato si adegua al pregio di un mobile le cui origini risalgono al ‘600: il noce per esempio, ma anche il legno laccato e i rivestimenti in vetro. Fra i modelli che strizzano l’occhio alla modernità si trovano quelli in rovere o in legno di mango: per le mamme che amano il vintage, invece, spazio alle madie anni ’70.

Quale madia scegliere?

Naturalmente la madia va scelta con grande intelligenza e furbizia: un modello potrebbe essere splendido, ma adattarsi poco al design della nostra zona living. Per questo motivo, si consiglia di scegliere il tipo di madia in base allo stile del proprio arredo, cercando di usarla per valorizzare ancora di più l’ambiente. Anche lo spazio può diventare un problema, specialmente chi vive in case dalla metratura ridotta: per fortuna esistono madie di tutte le dimensioni. In generale, però, si consiglia di prendere le misure prima di scegliere una madia, per evitare il rischio di non avere lo spazio giusto per collocarla.

Infine, la scelta delle madie dipende anche dall’uso che intendiamo farne e ovviamente dai nostri personalissimi gusti: essendo una componente dal forte impatto estetico, dovrebbe lasciare un segno fin dal primo sguardo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.