Skip to content

Mai abbassare la guardia

Ciao sono Olga e ho festeggiato San Valentino.

Io e Marito siamo stati a cena, come nel più romantico dei cliché (e i bambini sono stati spediti a dormire dai nonni). Certo, siamo arrivati così in anticipo che il locale era ancora chiuso. Marito ha mangiato agnello con mizuno. “Ma il Mizuno secondo te cos’è?A parte una marca di scarpe che usava Rivaldo”.

Alle 21:07 la cena era finita per lasciare il posto ad una digestione piuttosto difficile (la mia).

A posteriori abbiamo capito che festeggiare ci porta sfiga. La mattina seguente Marito è andato a ritirare i pargoli. Squilla il telefono. “Olga, senti, Edoardo ha vomitato in macchina, stiamo arrivando, scendi giù in box con stracci, sgrassatore, un santino e una fiamma ossidrica”.

Ahhhh vuoi vedere che quel briccone mi sta facendo una BELLA sorpresa???

Che Trombetti abbia preso per la QUINTA volta il virus intestinale in un mese e mezzo daiii non è umanamente concepibile!

SI SI mi ha fatto sicuramente una sorpresa. Con la complicità dei bimbi. Che romantico.

Ho preso pochi stracci e un detersivo spray quasi finito, così, giusto per dare l’impressione di esserci cascata. Un velo di lucidalabbra, una mossa alla Carrà per dare volume ai capelli e via in box.

Aveva Gomitato davvero. Ussignur. La mia faccia si è trasformata in quella di Felice Martin subito dopo aver scoperto che la figlia Donna non era più illibata.

Ripeto. Non bisogna rilassarsi. Mai abbassare la guardia. I virus ti colpiscono proprio lì dove sei più vulnerabile. Tra un bacio Perugina ed un “Ero contentissimo quando guardando Amsterdaaaam”. Tra una pantofolata ed una divanata.

Mai fare una tinta fai da te ai capelli color mogano. Tanto poi non se ne accorgerà nessuno e pure WordPress ti comunicherà che “purtroppo non ci sono prove sufficienti che tu sia un umano”.

IMG_2350

 

(Perplessitàààà, un elemento imprescindibile, per una relazione stabile che punti all’alcolicità)

 

Tra il lusco ed il brusco, ho coltivato la mia recentissima mania per Pinterest (qui le mie bacheche)

“Olga mi passi il sale?”

“No amore, non posso, sto pinnando”

(E se proprio ti passo il gomasio)

7b586651c2ad81cc5016bc47aba01c8fTrovato su la-mariniere.tumblr.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.