Skip to content

Se il marito scopre Moppy

La gestione, l’ordine e la pulizia della nostra casa sono suddivisi equamente tra me e mio marito come è giusto e normale che sia (ma è davvero così frequente o bisogna fare ancora molta strada verso la totale parità?). Entrambi lavoriamo a tempo pieno ed è per questo che abbiamo sempre optato per degli aiuti ma la casa è grande, i figli parecchi e bisogna rimboccarsi le maniche (tra qualche tempo anche i bambini saranno coinvolti). Certo, io lavoro da casa e ho una maggiore “prossimità” almeno fisica alle faccende da svolgere e capita quindi che, durante la settimana, ne faccia più io: il marito recupera senza problemi la sera o nei weekend. Ma quali sono i compiti che svolgiamo personalmente? Pochi e importanti: riordinare, occuparsi di bucato e lavastoviglie, pulire velocemente la cucina dopo averla utilizzata, aspirare le briciole dopo pranzi, cene e merende, lavare il pavimento una volta a settimana (oltre alle 2 volte in cui non siamo noi a farlo), passare l’aspirapolvere almeno una volta durante il weekend.

Punto di partenza è tenere la casa mediamente in ordine e avere pochi oggetti, suppellettili, giocattoli in giro, lo faccio al 99% io al mattino mentre Bianca Zoe fa colazione e il papà è già uscito per accompagnare a scuola Nic e Edo. Devo dire che, avendo una casa molto grande, il tutto risulta decisamente più semplice. Non siamo per fortuna degli accumulatori seriali (se non di abiti e scarpe la sottoscritta) e apprezziamo la sensazione di “pace” e tranquillità regalata da una casa ordinata. Il marito ama riempire la lavastoviglie con precisione ingegneristica, io preferisco dedicarmi al bucato (ma sullo stiro mi ritiro…), lui adora aspirare (il ragazzo avrebbe comunque margini di miglioramento) e lavare il pavimento, chi sono io per negargli questo piacere? La preparazione delle cene è affidata a me per ragioni di orari, la gestione della spazzatura a lui.

Proprio stamattina Bianca Zoe, parlando del suo amico del cuore Denis mi ha detto: “Lui è il mio migliore amico perchè cucina la pappa e cura i bimbi (le bambole) mentre io mi riposo!”. Che dire, girl power!

E, a proposito di pavimenti, voglio parlarvi di un nuovo ingresso in famiglia. Certo, sarebbe meglio che a parlarne fosse il marito ma credo di essere in grado di poter trasmettere a voi il suo parere su Moppy di Polti.

Moppy è il nuovo sistema per la pulizia dei pavimenti e superfici verticali lavabili di Polti ed è stato scelto dai consumatori come Prodotto dell’Anno 2018 all’interno della categoria Sistemi pulizia pavimenti.

Moppy Polti

Moppy pulisce e igienizza con lo speciale panno caldo in microfibra intriso di vapore, senza detersivi e senza secchio. È leggero, maneggevole e senza fili, adatto alla pulizia di tutti i tipi di pavimento e delle superfici verticali lavabili.

Moppy è composto da uno spazzolone snodato ultra leggero in alluminio anodizzato senza fili e una base di erogazione vapore con serbatoio a ricarica continua (che si collega alla corrente). In soli 10 secondi la base è pronta per produrre il vapore necessario a impregnare il panno in microfibra dello spazzolone, permettendo di pulire igienizzando tutti i tipi di pavimento, velocemente e senza lasciare aloni (il panno si pulisce con una nuova vaporizzazione e si può lavare in lavatrice). Grazie alla doppia funzione di cattura polvere e lava superfici, rappresenta la soluzione perfetta per le pulizie quotidiane in una famiglia numerosa con bimbi piccoli come la nostra (e con poco, pochissimo tempo a disposizione!).

Tra le tante tre sono le caratteristiche che mi hanno conquistata:

  • La praticità, il non avere fili e quindi la facilità di utilizzo in una casa a tre piani come la nostra. L’essere senza fili rende facile anche le rapidissime sessioni di pulizia dopo pranzo o cena quando alle briciole si aggiungono pezzi vari di cibo e il parquet necessita dunque di lavaggio oltre che di aspirazione. Moppy è immediato e veloce.
  • La possibilità di abbandonare detergenti e detersivi sfruttando solo la forza igienizzante del vapore. Moppy è eco-friendly e rimuove ed elimina il 99,9% di germi e batteri∗ senza l’utilizzo di prodotti chimici, solo acqua del rubinetto (e con un notevole risparmio di acqua – con 0,7 litri si puliscono fino a 200 mq).
  • La compatibilità con il nostro parquet (ricordo che il parquettista ci aveva consigliato di utilizzare per la pulizia del pavimento solo acqua – consiglio che mi aveva lasciato un po’ dubbiosa per ragioni igieniche, con il Moppy ho trovato invece la soluzione ideale).  Le superfici, infatti, sono subito asciutte e senza aloni, grazie agli speciali panni in microfibra (lasciare il parquet troppo bagnato potrebbe rovinarlo).

Moppy Polti

E poi guardatelo, si abbina perfettamente ai mariti/compagni, non credete?

 

∗Moppy è stato testato sui più comuni batteri come Escherichia coli, Enterococcus faecalis, Pseudomonas aeruginosa, Salmonella enterica, Aspergillus brasiliensis. Moppy, utilizzato seguendo correttamente le indicazioni del manuale d’uso, rimuove dalle superfici il 99,9% dei batteri già con una sola passata e li trattiene. Moppy elimina il 99,9% di germi e batteri dal panno durante la vaporizzazione sulla base di ricarica.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.