Skip to content

Pronti per il rientro a scuola con i cereali Kellogg’s!

Da quando sono diventata Bis-Mamma c’ho gravi problemi di memoria.

Del tipo che la sera, quando torno a casa dall’ufficio, ho uno schema SCRITTO da seguire per non dimenticare nulla:
-cambiarsi (io)= intutarmi e/o impigiamarmi 
-sistemare vestiti asciutti & nuova lavatrice
-docciare i bambini
-preparare la cena 
-denti e vitamine bimbi
-sistemare cambi per l’indomani
-dormire (o tentare di farlo)

Stamattina ho portato Edo all’asilo senza scarpe. Così. Scalzo.

Qualche tempo fa ho messo il ciuccio in frigo e il pannolino sporco in lavastoviglie (il tutto nella stessa mezz’ora della stessa giornata).

Demenza senile anticipata?
Pazzia?
Assenza cronica di sonno?

Niente che non si possa risolvere con una super sana e nutriente colazione (e volendo con una settimana in una Spa e con un Trombetti che impari a dormire tutta la notte!)

(Ah, quindi il biscotto spiaccicato sul seggiolone e il caffè al ginseg mangiato a cucchiaiate non valgono come Colazione SANA&COMPLETA?)

Qualche giorno fa ho partecipato ad un evento Kellogg dedicato alla prima colazione dei nostri bimbi (e anche nostra) in occasione del rientro a scuola.




La nutrizionista Marta Carabelli, esperta di educazione alimentare nelle scuole, ci ha spiegato che:


Una buona colazione fornisce il 15-20% delle calorie della giornata. Un ragazzo di circa 9-10 anni ha un consumo energetico medio attorno alle 2000-2300 kcal/die (LARN 2012), quindi una colazione ottimale dovrebbe apportare circa 350-400 calorie.

Numerosi studi osservazionali – ha continuato la dottoressa Carabelli – sono concordi nel dire che bisogna porre un’attenzione maggiore alla prima colazione sia nella sua composizione che nelle modalità di consumo.
Risulta infatti, che ragazzi che fanno la prima colazione hanno performance migliori a livello scolastico: nell’attenzione, nella concentrazione e nella memorizzazione[1]. Nutrienti indispensabili al sistema nervoso (come i carboidrati) sono una delle spiegazioni di questo miglioramento[2]“.

Ecco, per l’appunto MEMORIZZAZIONE, roba mia: la colazione ideale dovrebbe fornire carboidrati semplici e complessi, nonché proteine, vitamine e minerali, quindi composta da prodotti solidi come i cereali per la prima colazione o da prodotti da forno per fornire la giusta quantità di carboidrati semplici e complessi, vitamine e minerali (un frutto sarebbe l’ideale!) e da alimenti liquidi come il latte,  fonte di proteine e di calcio (o in sostituzione lo yogurt).

Noi mamme (e i tanti bimbi presenti all’evento) abbiamo giocato con Kellogg provando a “costruire” la nostra colazione perfetta per poi essere (benevolmente) giudicate dalla dott.ssa Carabelli.
Ecco la mia:



Il risultato? Un leggerissimo eccesso di frutta secca (comunque utile e consigliata in piccole dosi), latte di soia con cereali misti, uno yogurt bianco (giusto bilanciare il latte di soia con lo yogurt per assumere una corretta quantità di calcio) “condito” con zucchero di canna e miele (ecco, purtroppo sono stata bacchettata avrei dovuto scegliere O lo zucchero O il miele!)

Naturalmente sono stati presentati i cereali Kellogg’s (con una storia ultracentenaria) che sono fonte di ferro e vitamine B e Ded insieme al latte, fonte di calcio e proteine, contengono i 5 nutrienti chiave per iniziare al meglio la giornata.
Nel dettaglio:
o   Le vitamine B1, B2, niacina, B6 e B12 contribuiscono al normale metabolismo energetico;
o   La vitamina D contribuisce al mantenimento di ossa normali;
o   Il ferro contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento;
o   Il calcio è necessario per il mantenimento di denti normali;
o   Le proteine contribuiscono al mantenimento della massa muscolare.

“I cereali per la prima colazione, ricchi di carboidrati a rapido o più lento assorbimento, sono fonte energetica primaria per il sistema nervoso – ha aggiunto la dott.ssa Carabelli. 
Il consumo quotidiano di cereali per la prima colazione favorisce quello di latte o yogurt, contribuendo indirettamente ad una maggiore assunzione di calcio e di proteine nobili di cui questi prodotti sono ricchi”.

Curiosità: pare che i Miel Pops® vadano per la maggiore tra i bimbi (io sono per i Kellogg’s Choco 
Krave®, Marito invece per i Frosties®); mentre tra le mamme c’è entusiasmo per i nuovi Nutri
Grain® .

 


Voglio anche ricordarvi che Kellogg Company è impegnata attivamente nella lotta contro la fame nel mondo e ha lanciato nel 2013 il progetto “Breakfast for Better Days” con l’intento di fornire un miliardo di porzioni di cereali per la prima colazione e di snack a bambini e famiglie in difficoltà entro il 2016. 

Vi segnalo poi che con i cereali Kellogg’s quest’anno il rientro a scuola sarà ancora più divertente: in regalo, acquistando due confezioni, una delle quattro coloratissime tazze Mangia&Bevi, per gustare tutto il buono dei cereali Kellogg’s in allegria (per info su regolamento e durata della promozione visita il sito www.kelloggs.it/tazzamangiabevi).
Le tazze Mangia&Bevi hanno una cannuccia che permette di bere fino all’ultima goccia di latte: è possibile scegliere il proprio personaggio preferito tra Coco- la scimmia, Tony-la tigre, Cornelius- il gallo e Pops – l’ape.

Ecco la nostra!



Per saperne di più potete consultare i siti www.kelloggs.it e www.kelloggcompany.com e/o seguire gli hashtag #colazioneconkellogg #colazionesana #kelloggs







[1] Rampersaud 2005; Pollit & Mathews, 1998; Benton & Parker 1998; Smith, 1999.
[2] Pollit & Mathews, 1998; Benton & Parker 1998. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.