Skip to content

Ma dove vai se in ascensore non ci stai!

Sono rimasta chiusa in ascensore ben due volte durante la gravidanza di Edoardo e una volta mentre aspettavo Bianca Zoe: io e l’ascensore abbiamo un tira e molla degno delle più tumultuose storie d’amore. Io lo amo, lui mi rifiuta, io non lo mollo, lui sceglie un’altra.

Le scale? Non contemplate né durante la mia vita precedente né, tantomeno, adesso che trasporto usualmente bebè e carrozzine. Sono una tipa da fiatone al terzo gradino io.

ascensore

In occasione della classica visita post parto (il secondo parto) dal ginecologo avevo scoperto l’impossibilità di andare su al quarto piano in ascensore con la carrozzina che usavo all’epoca (un vecchio modello datato 2011 di un marchio che non ho più utilizzato). Naturalmente ero sola con Edo, ovviamente ero in ritardo, chiaramente non avrei potuto sollevare l’abnorme carrozzina per quattro piani, giustamente nessun uomo forzuto si è palesato in mio soccorso: il risultato? Ho smontato ruote e base, preso il pupo in braccio, spinto a forza con il piede la navetta in ascensore e rovesciato a terra la cartella medica con fogli sparsi qua e là.

ascensore ascensore

Stavolta, terza gravidanza, ascensore bello mio non mi freghi. Potrei quasi diventare una collaudatrice di ascensori con il nostro passeggino Stokke® Xplory®, l’iconico modello Stokke® regolabile in altezza, decisamente a misura di città e compatibile con tutti gli ascensori presi!

“Il passeggino che promuove il contatto”, la seduta è regolabile in altezza in modo che il bambino possa guardare più da vicino mamma e papà (il seggiolino è posizionabile sia fronte strada che fronte genitore). Bianca Zoe si diverte un mondo a guardarsi intorno soprattutto quando andiamo in giro con i fratellini: ecco che il passeggino Stokke® Xplory® diventa la soluzione ideale per una bimba curiosa (una zabetta diciamolo pure) come lei. Utilizzabile fin dalla nascita grazie all’apposito riduttore e ad un ulteriore cuscino imbottito, reclinabile in 3 posizioni fronte mamma (tra cui una comodissima per la nanna). La sottoscritta, dal canto suo, evita di doversi abbassare ogni volta per baciare, accarezzare, pulire, mettere il ciuccio rischiando l’ennesimo colpo della strega (si veda sopra la faccenda scale-fiatone).

ascensore ascensore ascensore

Il maniglione è unico ed ergonomico (anche questo regolabile in altezza) e permette una manovrabilità straordinaria, le “ruote ruotano” a 360° particolare non da poco per chi si trova in giro in città (il sali e scendi dal marciapiede diventa un gioco da ragazzi): altro che ciottoli altro che sabbia, la giungla cittadina è il vero ostacolo per le mamme! Del resto l’altezza unica nel suo genere permette di “piazzare” il bimbo al tavolo di un bar o del ristorante: per famiglie cittadine molto molto sprint.

La chiusura è semplice ed intuitiva, a prova di Olga insomma, e lo spazio di ingombro limitato: ve lo assicuro, io uso una normale utilitaria e riesco a posizionare seduta e ruote senza alcun problema nel portabagagli (aggiungendo pure qualche sacchetto di shopping…).

ascensore

Noi lo abbiamo scelto in nero, elegante e raffinato, utilizzando, però, per la stagione estiva lo Stokke® Stroller Summer Kit Multi Stripes (a righe e come sennò?) in tessuto con fattore di protezione solare UPF 50+. Cosa comprende il Summer Kit? Un rivestimento in spugna per la seduta che assorbe umidità e sudore, una tendina parasole e una cappottina con visiera; il rivestimento ha delle cerniere di ventilazione supplementari per mantenere il prosciuttino il bimbo al fresco.

ascensore ascensore

Temporale improvviso? Nello Stokke® Xplory® il parapioggia è compreso (come anche la borsa portaoggetti e la zanzariera).

Quasi quasi quest’estate io la passo in città…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.