Skip to content

Viaggiare in macchina con i bambini a suon di…eMooks!

Trucchi e strategie per rendere il viaggio in auto con i bambini sereno e divertente

Importante premessa: i bambini devono viaggiare in sicurezza negli appositi seggiolini auto, sia che si affronti un viaggio molto lungo sia che si vada dai nonni a 3 minuti da casa.

Il mio primo consiglio è partire di notte. Ogni anno andiamo in vacanza in Puglia optando per il viaggio notturno in modo da far dormire i bambini. Partenza subito dopo cena con pigiama e litri di caffè per la mamma (Marito non beve caffè…incredibile!); Edo in genere crolla all’altezza della tangenziale sud di Milano, il record personale di Nic, invece, è Piacenza nord. Abbiamo viaggiato di notte anche con Bianca Zoe appena nata che non si è svegliata nemmeno per la poppata di mezzanotte, potere delle 4 ruote (abbiamo comunque fatto delle tappe perché è buona regola far cambiare posizione ai bambini, soprattutto se neonati – quindi trasportati nell’ovetto).

Il secondo suggerimento è di non dimenticare per nessun motivo al mondo il cd o la chiavetta con le loro canzoni preferite. Noi abbiamo commesso questa leggerezza durante un viaggio in montagna: i bambini sono stati irremovibili e severissimi e, io e Marito, siamo stati costretti a cantare per 3 ore: “TU prendi Capitano Uncino, IO il coccodrillo come fa e ci alterniamo”.

In aggiunta alla musica vi suggerisco di intrattenere i più piccoli con il classico gioco dei cartelli stradali o dei colori “chi vede prima il colore…rosso!” o ancora delle parole che iniziano con…Sono contraria ai giochi da portare in auto, i miei figli li getterebbero a terra con conseguente tentativo di recupero sotto il sedile  – e colpo della strega – da parte della sottoscritta. In più, Nic e Edo soffrono di mal d’auto, concentrarsi su un oggetto non è di certo l’ideale.

Se siete stufi delle trite e ritrite canzoncine scegliete una nuova e coinvolgente esperienza di lettura multisensoriale per favole e fumetti. Si tratta di eMooks l’app che “fa parlare i libri” e che ci permette di sentire i suoni raccontati in un libro. Pensate alle favole che leggiamo ai nostri bimbi, l’ululato di un lupo, il fruscio delle foglie, il suono della pioggia o del vento, i suoni che, fino ad oggi, avevamo solo immaginato (e riprodotto noi mamme e papà) diventeranno realtà e prenderanno vita sulla pagina aiutandoci a trascorrere il tempo del viaggio in modo divertente e coinvolgente.

eMooks

L’app eMooks, ideata da Luca Tom Bilotta, 34 anni, di Bergamo, «capisce cosa sta leggendo l’utente, in formato digitale sul proprio smartphone o tablet, e in automatico fa partire l’effetto sonoro collegato alla parola». Una sincronizzazione tra suoni e contenuto, funzionante per mezzo di un algoritmo brevettato a livello internazionale in grado di far scorrere sullo schermo le frasi accompagnate dai suoni corrispondenti, rumori d’ambiente e colonne sonore prodotti tutti negli studi di registrazione eMooks a Torre Boldone (Bg) (si può regolare e personalizzare la velocità di lettura in base all’utente).

Tramite un accordo tra eMooks e le case editrici si arriverà alla possibilità di acquistare un libro digitale in formato eMooksm – pensate a quanto possa essere divertente per i i bimbi e quindi “compatibile” con le favole che leggiamo loro quotidianamente.

Cosa differenzia eMooks da altre realtà già esistenti? Alcune importanti caratteristiche come lo scorrimento automatico, la regolazione della velocità di lettura, balloon che si ingrandiscono in automatico per facilitare la lettura soprattutto per i più piccoli che stanno ancora imparando e, soprattutto, musiche ed effetti sonori.

Molto interessante il progetto pilota sviluppato da eMooks per l’IC di Villongo (BG) rivolto a studenti con disturbi DSA, in quanto l’app si presenta come un sistema di lettura assistito che favorisce l’approccio cognitivo e intellettivo al processo di  lettura, in maniera semplice e diretta. Lo studente con problematiche di natura cognitiva, potrà così seguire la lettura del testo digitale grazie ad una sorta di effetto ‘karaoke’ che metterà in evidenza le parole pronunciate dalla voce narrante.

eMooks

Consigli pratici per organizzare un viaggio on the road

Passiamo all’occorrente da portare in auto e da posizionare in un luogo dell’abitacolo facilmente accessibile (consiglio che riservo a me medesima). Tanta acqua, niente bevande zuccherate o gassate, no ai dolci (per i bambini, per le mamme via libera!) o ai cibi unti, sì a quelli “asciutti” come panini e crackers. Nic, ad esempio, riesce a controllare il suo mal d’auto ingurgitando piccoli panini al latte ripieni di prosciutto cotto. Se la partenza dovesse essere fissata al mattino subito dopo la colazione vi consiglio di evitare il latte sostituendolo con semplici biscotti.

Importante ricordarsi di prendere un cambio d’abito completo, un sacchetto per eventuale spazzatura e molte salviettine (il perché ve lo lascio immaginare).

Lo scorso luglio, durante l’ultimo viaggio in Puglia, Bianca Zoe ha deciso di partecipare attivamente al viaggio rimanendo sveglia per ore e frignando (lei, ahimè, ha un carattere e un’indole ben diversa dai suoi fratelli). Ho avuto il sospetto che si lamentasse per la scomodità della posizione sul seggiolino: il risultato? Ho dovuto tenerle la mano ininterrottamente – all’altezza di Pescara ho chiesto la morfina, a Bari avevo le allucinazioni. Scherzi a parte ho deciso di munirmi di un cuscino morbido che possa proteggerle il collo e impedire che la testa possa ciondolare in avanti durante la nanna.

E, una volta partiti, tutti pronti a divertirci e leggere insieme immergendoci letteralmente nel libro grazie all’eMooks experience (utilissima anche per intrattenere i bimbi in aereo e per coinvolgere i fratellini più piccoli che non sanno ancora leggere come Nicco ma che condividono con lui l’amore per i libri).

Qui il link per scaricare eMooks su App Store o su Google Play, in catalogo fumetti (ed è stata infatti un successo la presentazione al Lucca Comics & Games 2018), favole e racconti e gli “eMooks Originals” – le più belle favole per l’infanzia (anche in inglese), riadattate nei contenuti e nelle vesti grafiche (si può scegliere la formula abbonamento mensile o annuale oppure scaricare il singolo titolo). Io vi suggerisco la collana “I consigli di Luporosso”, una serie di racconti pedagogici che hanno come obiettivo quello di accompagnare i bimbi nella scoperta di alcune regole quotidiane (mangiar bene, dire scusi, grazie, prego, lavarsi in modo accurato, conoscere i cartelli stradali, rispettare l’ambiente etc) con umorismo e tante risate.

eMooks

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.